rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Gara sadica al Pronto soccorso di Vicenza, il dg Pavesi

Il commento del direttore generale dell'Ulss 6 dopo la diffusione sui media della vicenda che avrebbe coinvolto 8 tra medici e infermieri del Pronto soccorso, due dei quali colpiti da procedimento disciplinare

«È una vicenda di estrema gravità - ha commentato  il direttore generale dell'Ulss'6 Giovanni Pavesi, dopo la diffusione sui media della sadica gara tra alcuni membri del personale del Pronto Soccorso - al di là del fatto che gli episodi siano effettivamente avvenuti o meno".


"Non appena ne siamo venuti a conoscenza ci siamo immediatamente attivati, portando avanti con determinazione una doppia azione. Da una parte abbiamo indagato, incrociando date e orari della chat con le cartelle cliniche, per capire se ci sono stati dei comportamenti inappropriati, dei quali non abbiamo trovato riscontro. Ciò nondimeno abbiamo aperto un procedimento disciplinare che si è concluso con rapidità, nei limiti di quelle che sono le prove raccolte - spiega Pavesi - Abbiamo inoltre trasmesso tutta la documentazione agli Ordini Professionali competenti. Il mio pensiero va innanzitutto ai cittadini e in particolare a quelli che possono essere stati oggetto della vicenda, ai quali vanno le scuse di tutta l'Azienda. A tutti i vicentini però voglio dire che possono e devono continuare ad avere fiducia nel Pronto Soccorso dell'Ospedale S. Bortolo, perchè la superficialità di 8 operatori non deve inficiare il lavoro quotidiano di uno staff composto da 21 medici, 50 infermieri e 21 operatori socio- sanitari".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gara sadica al Pronto soccorso di Vicenza, il dg Pavesi

VicenzaToday è in caricamento