rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Flussi migratori e problemi internazionali, il Coespu in prima linea

Vicenza ha ospitato una due giorni di confronto e dibattito sul sempre attuale fenomeno dell'immigrazione. Presente anche il direttore del Centro di eccellenza per le polizie di stabilità il generale di Brigata Giovanni Pietro Barbano

Problemi internazionali, questo il focus del convegno che si è tenuto nei giorni scorsi a Vicenza. Un momento di confronto sulla problematica dei flussi migratori nell’ambito dell’Unione Europea, con particolare riferimento all’impatto del fenomeno sulla società da un punto di vista storico-culturale.

Al convegno ha preso parte anche il direttore del Centro di eccellenza per le polizie di stabilità, il generale di Brigata Giovanni Pietro Barbano, particolarmente interessato ad approfondire ogni aspetto dottrinale ritenuto di interesse globale, anche mediante il proprio contributo e la partecipazione a seminari e conferenze di rilevanza nazionale ed internazionale.

Il convegno, intitolato “Migrazioni, nazionalismi e futuro dell’Europa”, è stato organizzato dall’Istituto di Scienze sociali “Nicolò Rezzara”. Una due giorni su un argomento di grande interesse in ambito internazionale ed in particolare per l’Italia che già da alcuni anni si trova schierata in prima linea per fronteggiare tale delicato problema.

Si sono susseguiti una serie di interventi tecnici da parte degli addetti ai lavori e degli esperti di settore al fine di indagare i motivi alla radice del fenomeno, individuando nel contempo strategiche linee guida, utili alla risoluzione di tale problematica globale.

La conferenza è stata di grande interesse per il Coespu, in anticipazione dell’imminente progetto Osce denominato “Combating human trafficking along migration routes” che verrà svolto a partire dal prossino mese di novembre.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Flussi migratori e problemi internazionali, il Coespu in prima linea

VicenzaToday è in caricamento