rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

Spacciano per propria frutta e verdura comprata, guerra al mercato ortofrutticolo

Scoppia la polemica tra fruttivendoli al mercato di Vicenza: secondo alcune segnalazioni, infatti, alcuni venditori a "km 0" acquisterebbero in realtà la merce da altri fornitori, rivendendola poi a prezzi irrisori

E' guerra al mercato ortofrutticolo del capoluogo berico: come riporta il Giornale di Vicenza, infatti, alcuni venditori si spaccerebbero per produttori locali vendendo della merce a prezzi irrisori. Merce che del "km 0" tanto osannato non avrebbe proprio nulla: i produttori, infatti, non avrebbero nemmeno un appezzamento di terreno tanto che tutto quanto messo in vendita sarebbe acquistato da altri fornitori magari di altre zone e province del Veneto per essere poi rivenduto in città come frutta e verdura locale.


TRUFFA. Insomma, secondo qualcuno, una vera e propria truffa a danno di chi compra oltre che una concorrenza sleale per i vicini venditori al dettaglio della città. Il problema c'è anche perchè la legge permette la presenza di questi venditori locali che dovrebbero vendere il 51% dei loro prodotti e il 49% di prodotti provenienti da altre parti. Con filiera naturalmente accertata. Il problema, solleva qualcuno, è che i controlli sono molto blandi e il rischio di infiltrazioni da parte dei "furbetti" c'è sempre. Per placare la guerra non resta, forse, che aumentare i controlli da parte delle forze dell'ordine, guardia di finanza compresa e i vari organi competenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciano per propria frutta e verdura comprata, guerra al mercato ortofrutticolo

VicenzaToday è in caricamento