rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Arzignano

Credono scomparsa Oriella Cazzanello: aveva scelto l'eutanasia in Svizzera

Non c'era traccia della donna, 85 anni di Arzignano, scomprsa dal suo appartamento signorile alla fine di gennaio. Le sue ceneri sono arrivate al notaio di famiglia, assieme al certificato (non valido) di morte

I parenti non avevano più sue notizie dalla fine di gennaio, ma inizialmente non si erano preoccupati. Oriella Cazzanello, 85 anni, abbiente signora che viveva sola ad Arzignano, si concedeva spesso soggiorni di vacanza, senza necessariamente avvisare i famigliari. Con il passare dei giorni, però, il silenzio si è fatto preoccupante e sono iniziate le ricerche, fino alla scoperta, grazie alla confidenza di un amico della donna, che aveva deciso di recarsi in una clinica svizzera per "la dolce morte". 


Come riporta la stampa vicentina, le ceneri di Cazzanello sono state recapitate nei giorni scorsi, via posta aerea, al notaio di famiglia con il certificato di morte, che in Italia non ha comunque valore legale. Bisognerà quindi attendere ulteriori accertamenti sul contenuto dell'urna, prima di espletare le operazioni di sepoltura e testamento. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Credono scomparsa Oriella Cazzanello: aveva scelto l'eutanasia in Svizzera

VicenzaToday è in caricamento