Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

essere padri e madri dentro la crisi e oltre la crisi. sportello di sostegno alla genitorialità e percorsi di mediazione familiare

A Barbarano Vicentino è attivo uno sportello di consulenza genitoriale e di mediazione familiare, gratuito per quattro incontri. Uno sportello per accompagnare i genitori a decodificare i messaggi che i figli tentano di inviare attraverso le loro difficoltà: scolastiche, relazionali o comportamentali e uno sportello dove è possibile iniziare anche un percorso di Mediazione Familiare, per quei genitori in fase di separazione o divorzio. Per poter accedere è necessario telefonare al N° tel. 0444 788328 (al mattino), per prendere appuntamento.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VicenzaToday

Da settembre è ripresa l'attività dello "Sportello di sostegno alla genitorialità e di mediazione familiare", completamente gratuito (per quattro incontri) promosso dal sindaco e dall'Assessore ai Servizi sociali, la dott.ssa Gregolin Ivana, del comune di Barbarano Vicentino.

La consulenza genitoriale rappresenta l'opportunità di confrontarsi con un'esperta dell'età evolutiva, la dott.ssa Germi Sabrina, uno spazio e un tempo, riservato ai genitori per imparare a decodificare i messaggi che i figli tentano di inviare attraverso canali differenti: enuresi nottura, problemi di relazione con i coetanei, tra fratelli e/o con gli adulti, iperattività, problemi di apprendimento, comportamenti oppositivi, insicurezza e bassa autostima.... e soprattutto trovare le strategie più adeguate nel qui et ora, per affrontare le difficoltà.

Allo sportello è anche possibile iniziare anche un percorso di Mediazione Familiare, per quei genitori in fase di separazione o divorzio. "Quando possiamo dirlo ai bambini... Come e con che parole... cosa ci succederà ora... cosa faremo con loro... io non voglio perdere i miei figli...", "Mamma e papà si separano, è colpa mia perché sono cattivo, se divento buono, se faccio il bravo, allora non si separeranno più?", "Con chi vivrò ora! con mamma o con papà?", queste sono solo alcune delle domande, dei dubbi e delle paure che accompagnano sia i genitori, che i figli, ci spiega la dott.ssa Germi Sabrina, che ha modo di incontrare numerose coppie sia allo sportello che nel suo studio privato a Castegnero e all'interno del Poliambulatorio Sefamo a Vicenza. Se i genitori pensano che i figli "siano rimasti fuori dal conflitto" o che non sappiano, è vero invece che questi recepiscono le vicende dei "grandi" e sostituiscono le informazioni reali, che il più delle volte non vengono fornite, con delle fantasie che spesso comprendono la responsabilità del bambino stesso: il senso di colpa è purtroppo frequente e doloroso. La Mediazione Familiare può essere un valido aiuto sia per i genitori, che per i bambini. Ai genitori viene chiesto di parlare e parlarsi, spesso dopo anni di silenzio o mesi di litigio, di "sospendere" il risentimento, il rancore, la rabbia, per fare spazio dentro di sé ai bisogni ed i desideri dei propri figli (focalizzandosi sul ruolo di bigenitorialità, Legge n. 54 del 2006). Ai figli viene offerto un ambiente sicuro in cui poter parlare dei propri pensieri, sentimenti, dubbi e raccontarsi, per imparare ad affrontare le situazioni difficili a seguito della nuova riorganizzazione familiare.

Il percorso di mediazione è relativamente breve: da uno ad un massimo di 12. Il fine è quello di redigere un documento d'accordo con i coniugi, che nel caso di separazione, presenteranno poi ai propri avvocati o al giudice per la necessaria ratifica ufficiale. Negli incontri è possibile affrontare temi, quali: Come dire ai bambini che ci stiamo separando? Come definire con chi devono stare e per quanto tempo? Chi decide la scuola per i figli? Se ci sarà un altro/a, può vederlo/a? A chi andrà la casa e quanti alimenti? Con chi stanno i bambini durante le vacanze? Come si può farli soffrire meno? Al compleanno di mio figlio devo proprio invitare i miei ex suoceri? Io rispetto a lui/lei tengo di più alle regole…

I genitori hanno in questo modo l'opportunità di eliminare la dolorosa atmosfera del vincitore-vinto tipica dei divorzi antagonistici favorendo, spiega la dott.ssa Germi, un recuperato dialogo, soluzioni ragionevoli e condivise da entrambi, dove nessuno dei due vince ai danni dell'altro!

Per poter accedere allo sportello, gratuitamente, è necessario telefonare al N° tel. 0444 788328 (al mattino), per prendere appuntamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

essere padri e madri dentro la crisi e oltre la crisi. sportello di sostegno alla genitorialità e percorsi di mediazione familiare

VicenzaToday è in caricamento