rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

Permesso di soggiorno con frode agli esami: arresti a Vicenza ed in tutto il Nord

16 immigrati sono stati arrestati in varie operazioni dai carabinieri di Peschiera del Garda perchè sostenevano gli esami di italiano al posto di connazionali. I militari si erano sostituiti agli insegnanti

Arresti a Vicenza, Peschiera, ma anche in Emilia Romagna: 16 persone, delle più disparate nazionalità, sono finite in manette perchè falsificavano documenti identificativi o si sostituivano a connazionali per sostenere al loro posto gli esami di lingua italiana, prova obbligatoria per ottenere il permesso di soggiorno per lunghi periodi.  VICENZA: UNO SU 10 E' STRANIERO

I militari parlano di un vero e proprio sodalizio criminale e gli arresti sono avvenuti in varie operazioni da parte del comando di Peschiera del Garda, Verona. Sostituendosi agli insegnati della commissione di valutazione dei centri territoriali abilitati alla valutazione dei test di conoscenza della lingua italiana, i carabinieri hanno scoperto il 'trucchetto'. Il compenso per il 'favore' variava tra i 300 e i 500 euro.


In una circostanza, di fronte al carabiniere/esaminatore, si è presentato un ragazzo di origine ghanese dell'età di 20 anni, con un documento di un aspirante di 39 anni. Il fenomeno sembra possa interessare anche altre provincie del Veneto e l'Arma non esclude sia esteso anche in tutta Italia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Permesso di soggiorno con frode agli esami: arresti a Vicenza ed in tutto il Nord

VicenzaToday è in caricamento