Emergenza profughi: 170 in arrivo, l'hotel Adele non ha più posti

L'ondata umana non si ferma: tra lunedì e sabato in arrivo 170 richiedenti asilo. All'hotel Adele non ci sono più stanze, l'accoglienza ora guarda alle case dei privati

L'entrata dell'Hotel Adele

I 20 richiedenti asilo giunti lunedì pomeriggio a Vicenza hanno accettato la fotosegnalazione, finendo per essere ospitati dall'Hotel Adele. Saranno gli ultimi a poter usufruire della strutta alberghiera vicentina: i posti son ufficialmente finiti. 

Il problema degli alloggi ora si fa pressante, le strutte di ricezione scarseggiano e le cooperative hanno il loro bel da fare per trovare posti letto disponibili. Intanto continuano gli arrivi: martedì la questura attende 50 persone di diverse nazionalità, entro sabato altre 100 dovrebbero giungere nel vicentino. Conti alla mano, in meno di una settimana, ai 729 richiedenti asilo già ospitati nel territorio berico potrebbero aggiungersi circa 170 presenze.. Inevitabile pensare che la situazione possa diventare esplosiva nei prossimi mesi quando il Mediterraneo sarà più facilmente navigabile, aumentando così il numero degli sbarchi. 

La prefettura guarda con sempre maggior fiducia al sistema delle cooperative che da tempo hanno iniziato ad affidare a case private i richiedenti. Sono circa 50 i profughi che al momento alloggiano con privati, un numero destinato ad aumentare. Il meccanismo di "affido" non è semplice, non si tratta, infatti, di normali contratti d'affitto. I 30/35 euro giornalieri messi a disposizione per ogni profugo dallo stato (la cifra cambia a seconda dell'appalto preso dalla cooperativa) non copre unicamente vitto e alloggio. Ai richiedenti asilo che vivono con singoli cittadini viene di solito messa a disposizione una stanza e l'utilizzo della cucina, il prezzo dell'ospitalità varia di volta in volta dagli accordi presi tra i proprietari dell'abitazione e le cooperative che devono comunque garantire corsi e altri servizi utili alla gestione dei richiedenti asilo durante tutta la loro permanenza. Gli stessi profughi inoltre hanno diritto a ricevere una piccola somma di denaro (2.50 euro al giorno circa) da spendere come meglio credono. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Tragedia sulle Gallerie del Pasubio: giovane precipita e muore dopo un volo di 150 metri

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: ecco come si vota

  • Anziano pestato in periferia, l'ira di Presidio Vicenza

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

  • L'appartamento brucia e si lanciano dal 2° piano: mamma e figlio in ospedale, gravissimo il padre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento