rotate-mobile
Cronaca Dueville / Via Brenta

Dueville, sembra un ufficio ma è una moschea, scoppiano le polemiche

Facilmente visibile ma in incognito tra i diversi uffici il centro culturale islamico di Passo di Riva raccoglie fedeli mussulmani da tutta la zona di Dueville, scattate le polemiche degli abitanti

Ogni giorno decine e decine di fedeli mussulmani sia uomini che donne frequentano il centro culturale islamico "Assahaba" a Passo di Riva, località di Dueville. Una moschea in miniatura che ha preso il posto del vecchio ambulatorio del medico condotto. Quasi un sacrilegio per alcuni abitanti della zona, che rimpiangono il vecchio medico di base, lamentando la presenza della moschea. All'interno del centro la vita culturale e religiosa della comunità islamica con le sue tradizioni:  maschi divisi dalle donne durante la preghiere,  cinque lodi al giorno quando il lavoro lo permette, il ritrovo importante del venerdì per la preghiera.

 All'interno della moschea,per motivi di spazio, mai più di 50 persone alla volta, anche se il via vai continuo porta confusione, e rende necessari controlli frequenti da parte dell'amministrazione . Niente di trascendentale, ma ai cittadini di fede non mussulmana proprio non va giù. La moschea non piace, e non importa nemmeno che tutti i contratti d'affitto siano in regola. Il sentimento di timore è diffuso ma anche dai banche dell'opposizione si tende a minimizzare, la legge è dalla parte dei mussulmani. 

Per questo il consigliera comunale “ Nicola Zaffaina, di Dueville Futura” ha dichiarato al Giornale di Vicenza: «Parecchi cittadini sono contrari alla moschea, ma finchè rispettano le leggi e non creano disordini per noi non c´è problema»

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dueville, sembra un ufficio ma è una moschea, scoppiano le polemiche

VicenzaToday è in caricamento