rotate-mobile
Cronaca

Picchiata dal fidanzato, minaccia il suicidio: giovane ricoverata in ospedale

La polizia ha trovato la ragazza in lacrime accovacciata sul selciato. Avviata la procedura per i reati da "Codice Rosso"

Nel corso della notte tra martedì e mercoledì, la centrale operativa della questura è stata allertata dalla croce rossa in quanto una donna – che aveva denunciato ai sanitari di aver subìto atti di violenza – accovacciata sul selciato di una via del quartiere Piscine ed in preda ad una crisi di pianto, si era rifiutata di essere accompagnata al pronto soccorso. Giunti sul posto, gli agenti della squadra “volanti” hanno realizzato che il motivo del rifiuto era costituito dalla presenza del fidanzato della donna, un quarantenne di Vicenza.

Gli operatori di polizia sono riusciti a convincere la giovane ad accettare di essere accompagnata all’ospedale, dove il medico di turno ha certificato che la ragazza, che aveva assunto sostanze alcooliche, aveva subìto percosse in varie parti del corpo e aveva minacciato il suicidio. Dopo aver in un primo momento incolpato delle percosse il fidanzato, aveva subito dopo ritrattato la versione fornita. Per fare chiarezza sulla vicenda la questura ha quindi avviato la procedura prevista per i reati da "Codice Rosso", al fine di appurare la reale dinamica dei fatti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata dal fidanzato, minaccia il suicidio: giovane ricoverata in ospedale

VicenzaToday è in caricamento