Divieto di vendita di fiori in un locale, il titolare: "Ce ne sono troppi, fastidi ai clienti"

Il provvedimento autonomo del barista del Caffè degli artisti di Vicenza, a fianco del Teatro Olimpico: ha appeso un cartello fuori dal locale per dissuadere i numerosi venditori ambulanti

Caffè degli artisiti

Basta con i venditori di rose al Caffè degli artisti. Lo ha deciso, affiggendo un cartello sulla porta d'ingresso, il titolare del locale in Corso palladio a Vicenza. Il cartello - come propone Il Giornale di Vicenza - è un mazzo di rose con un cerchio rosso e due croci vermiglie a coprire i fiori. Sotto in quattro lingue - italiano, inglese, francese e tedesco - la scritta che specifica il divieto di vendita. LEGGI ALTRI ARTICOLI SULL'ACCATTONAGGIO

"Il problema è questo - dice il titolare del locale che ricorda che potrebbe essere multato perche favorirebbe l'accattonaggio - il confine tra il venditore abusivo e il mendicante è spesso molto sottile. Prima che mettessi il cartello alla porta c'era un via vai continuo, soprattutto di sera. Erano veramente in troppi". "Adesso non posso dire che il problema sia completamente risolto - aggiunge - ma qualche effetto lo sta avendo". Nel centro storico di Vicenza sono stati stimati in una ventina i venditori ambulanti per lo più abusivi o non in regola con il permesso di soggiorno che vendono fiori nei locali, il tutto creando disagio - dicono in ristoranti e caffé - ai nostri clienti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

  • Schianto fra tre auto e un furgone: quattro feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento