rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Bassano del Grappa

Danneggiata la sede del quotidiano locale, l’autore è un pluripregiudicato: espulso

Dopo che la sua "storia penale" era finita in prima pagina aveva manifestato profonda ostilità anche nei confronti di una giornalista del Giornale di Vicenza, “colpevole” di aver riportato le sue vicissitudini

All’alba della giornata di martedì, gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Bassano del Grappa hanno individuato e fermato un 34enne di cittadinanza marocchina che, la notte precedente, era stato denunciato alla autorità Giudiziaria quale presumibile autore del danneggiamento aggravato ai danni della sede del Giornale di Vicenza di Bassano del Grappa.

Il 34enne è stato accompagnato all’Ufficio Immigrazione della Questura di Vicenza dove, al termine delle procedure di rito, il questore della Provincia di Vicenza Paolo Sartori ne ha disposto il trasferimento al Centro di Permanenza per i rimpatri di Torino in vista della sua espulsione dal territorio nazionale, con accompagnamento alla frontiera del proprio Paese di origine.

Pluripregiudicato, era arrivato in Italia nel 2004 per ricongiungersi con il padre. Si tratta di un soggettonoto alle Forze dell’ordine sin dall’anno 2008 per numerosissimi reati contro la persona ed il patrimonio commessi nel corso del tempo; nel 2012, a seguito di un normale controllo di Polizia, feriva con un calcio un Agente del Commissariato di Bassano del Grappa, procurandogli la frattura del polso destro. Nel 2013 l’Ufficio Immigrazione della Questura di Vicenza gli ha revocato il permesso di soggiorno, entrando così in clandestinità, fintanto che non ha sposato una cittadina italiana. Requisito che ha permesso di tornare a permanere legalmente in Italia.

Grazie a ciò, il soggetto persisteva nella sua propensione a delinquere, distinguendosi in comportamenti illeciti ed aggressivi soprattutto nei confronti delle Forze dell’Ordine. La stessa violenza iniziava a riversarla, altresì, nei confronti della giovane moglie, tanto da costringerla a chiedere il divorzio, non prima di aver subito il completo danneggiamento della propria automobile. Nel 2018, a causa dei reiterati comportamenti violenti, causati dall’abuso di alcool e di droghe ed a seguito della separazione dalla moglie, il 34enne è stato allontanato anche dal proprio padre, succube della violenza del figlio.

Da qui ha iniziato a manifestare profonda ostilità anche nei confronti di una giornalista del Giornale di Vicenza, “colpevole” di aver riportato sulla stampa locale le sue vicissitudini.

Nel 2020 era stato arrestato e portato nella Casa Circondariale di Treviso, dove è rimasto recluso fino allo scorso mese di marzo. Da qui il ritorno nella Città di Bassano del Grappa e ripresa dello stile di vita e atteggiamenti che avevano segnato il periodo pre-carcerario.

Solidarietà dal governatore Luca Zaia

Sul danneggiamento della sede bassanese de Il Giornale di Vicenza, si è espresso anche il governatore Luca Zaia: “Mi congratulo con il personale del Commissariato della stessa città che ha fermato la persona denunciata per l’atto vandalico, già nota per vari precedenti - ha dichiarato - Ancora una volta con il loro operato gli agenti della Polizia hanno dato una dimostrazione di efficienza e una risposta all’esigenza di sicurezza tanto sentita dai cittadini”.

"È necessario tutto il rigore previsto dalla legge perché non è pensabile che possa avere ancora a che fare con le Forze dell’ordine”, ha concluso il presidente Zaia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danneggiata la sede del quotidiano locale, l’autore è un pluripregiudicato: espulso

VicenzaToday è in caricamento