Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Ferrovieri

Truffa a un'anziana, ladra deruba una 77enne di 16mila euro con la scusa di "igenizzare" i soldi: l'appello del sindaco

La comunicazione del Comune dopo il caso ai Ferrovieri: «Attenti alle truffe. I nostri operatori concordano sempre le visite con le famiglie. Nel dubbio chiamate in Comune»

Una sconosciuta senza scrupoli ha truffato un'anziana cavalcando l'onda della paura della pandemia. Nei giorni scorsi la donna, spacciandosi per un'assistente sociale, si è presentaa a casa di un'anziana residente in zona Ferrovieri a Vicenza dicendo di essere stata incaricata dalla figlia della signora, della quale conosceva il nome. 

Con la scusa di dover "igienizzare" i soldi come misura di prevenzione anti-Covid, la truffatrice - descitta come una donna elegane sulla cinquantina - ha convinto la pensionata 77enne a consegnarle 16mila euro contenuti in una scatola riposta in camera da letto. Dopo la "sanificazione", la sconosciuta si è offerta di riporre il denaro al suo posto e si è allontanata, portandosi dietro tutti i contanti. A quel punto, alla vittima, non è rimasto altro che fare denuncia.

Sulla truffa all'anziana dei Ferrovieri, interviene il sindaco Francesco Rucco: «Si tratta di un fatto odioso, perpetrato ai danni di una persona sola e fragile, di cui la truffatrice ha carpito la fiducia, spacciandosi per assistente sociale del Comune. Mi auguro che questa delinquente venga rapidamente individuata e punita. E' fondamentale, però, che i nostri anziani prestino particolare attenzione a chi si presenta alla porta di casa, evitando di aprire agli sconosciuti».

Sono poche le regole da seguire per evitare di cadere nelle mani dei truffatori.

«Prima di tutto – precisa l'assessore Matteo Tosetto – bisogna ricordare che le nostre assistenti sociali non si presentano mai alla porta di casa senza aver concordato preventivamente con le famiglie eventuali visite a domicilio. Inoltre le nostre operatrici forniscono sempre prima dell'incontro le proprie generalità, che possono essere verificate telefonando in Comune. Il più delle volte, peraltro, gli anziani seguiti dai nostri servizi conoscono personalmente l'assistente sociale di riferimento. Infine, cosa importantissima, durante la visita a domicilio i dipendenti comunali di qualunque servizio non chiedono mai per nessuna ragione di esibire soldi o valori».

Nel dubbio, gli anziani e le persone fragili già seguiti dai servizi sociali possono contattare i propri riferimenti territoriali. Chi non ha un riferimento e si trova anche temporaneamente da solo e in difficoltà, magari a causa del Covid, può rivolgersi al servizio Vicenza Sicura, telefonando allo 0444221020. In caso di emergenza si deve chiamare il 113.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa a un'anziana, ladra deruba una 77enne di 16mila euro con la scusa di "igenizzare" i soldi: l'appello del sindaco

VicenzaToday è in caricamento