Sigaretta in compagnia e visita alla nonna: le scuse più gettonate, 17 denunce

Continuano i controlli sul territorio da parte dei carabinieri, nel rispetto del Dpcm contro la diffusione del contagio da Covid-19

I Carabinieri della sezione Radiomobile della Compagnia di Vicenza e delle Stazioni di Brendola, Camisano Vicentino, Longare, Sossano e Torri di Quartesolo, nella giornata e nottata di martedì hanno denunciato 17 persone per inosservanza del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri introdotto a seguito dell’emergenza Covid-19.

Si tratta di persone sorprese all’esterno delle loro abitazioni o al di fuori dei rispettivi comuni di residenza che al controllo dei carabinieri hanno fornito motivazioni non plausibili.

Nello specifico, ad Arcugnano, un 25enne residente a Vicenza è stato sorpreso in bici; fermato ha dichiarato di essere andato a far visita alla nonna. Nel comune di Albettone, un 21enne ed un 18enne entrambi residenti in paese sono stati sorpresi in un parco pubblico. I due si sono giustificandosi con il fatto che avevano la necessità di stare all’aria aperta e fumare una sigaretta in compagnia;

Nel comune di Camisano Vicentino, un 34enne ed un 32enne entrambi residenti a Torri di Quartesolo, non hanno saputo dare un'adeguata giustificazione sul fatto di essersi allontanati dal comune di residenza;

Nel comune di Grumolo delle Abbadesse, un 42enne residente a Camisano Vicentino ha giustidicato la sua presenza riferendo che si stava recando nella macelleria di fiducia per acquistare della carne;

Nel comune di Longare, un 28enne ed un 24enne entrambi residenti a Vicenza sono stati controllati nel parcheggio di un supermercato giustificandosi, rispettivamente, di avere accompagnato a fare la spesa la mamma e la fidanzata residenti in paese.

Un 51enne residente nel capoluogo è stato controllato lungo la pista ciclopedonale riferendo che si stava recando a Noventa Vicentina dove è residente uno dei figli per portargli un dvd.

Nei comuni di Noventa Vicentina, Sossano, Torri di Quartesolo sono state controllate ulteriori persone che fornivano giustificazioni non pertinenti: dalla visita a conoscenti, a fumare una sigaretta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, a Vicenza, una 39enne di nazionalità rumena residente a Rubano (Padova) ha giustificato la sua presenza nel capoluogo riferendo che doveva recarsi in un negozio per acquistare delle scarpe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto finisce capovolta nel torrente: muore conducente, ferita la passeggera

  • Rientrano dalle ferie in Crozia: cinque ragazzi positivi al Coronavirus

  • Allagamenti e frane, il Vicentino flagellato dal maltempo: alluvione a Solagna

  • Tragedia in strada Lobia, il mondo del calcio piange il suo portierone: "Ciao Pilo"

  • Trasportano alimenti con 60 gradi nel furgone: maxi multa a un pasticciere

  • Folgorato da una scarica elettrica: grave operaio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento