Circolo carte abusivo in mezzo al parco: la soluzione anti decreto di un gruppo di pensionati

In barba alle misure anti-Covid i pensionati si erano costruiti un rifugio per giocare. La vicenda è stata segnalata alla polizia locale e gli attempati giocatori se la sono cavata con una sgridata

Foto da gruppo Facebook "Sei di Creazzo se---"

Hanno avvolto il gazebo che si trova nel parco, proprio davanti al Centro anziani, con della plastica gialla per non essere disturbati mentre giocavano a carte e per proteggersi dal freddo. Il tutto in barba alle misure anti-Covid che vietano gli assembramenti. La "trovata" di un gruppo di pensionati di Creazzo non è costata loro nessuna sanzione, in quanto non sono stati sorpresi in flagrante ma lo stesso sindaco del paese, una volta scoperto lo stratagemma, li ha redarguiti e costretti a smontare l'impalcatura che avvolgeva il gazebo.

L'episodio è successo nei giorni scorsi nel parco Doria e la voglia impellente di giocare a carte da parte degli anziani è stata soddisfatta per poco tempo. L'entrata nel gazebo camuffato da parte dei pensionati - circa una decina - non è infatti passata inosservata ai cittadini che hanno segnalato la cosa sui sociale e agli uffici della polizia locale "Unione Terre del  Retrone". Alla fine gli attempati giocatori se la sono cavata con una sgridata oltre - a quanto sembra e si spera - ad avere evitato il contagio, non così improbabile anche in situazioni di assembramento tipo queste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pestano a sangue due guardie zoofile: «È stata una spedizione punitiva»

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Riapre il bar per protesta, multa al titolare e a 17 clienti

  • Buoni fruttiferi riscossi parzialmente, un timbro errato le costa 79mila euro

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento