Coronavirus, tre contagi nel Vicentino: infettati in isolamento fiduciario

Si tratta di persone riconducibili sia al cluster di Vo' che a quello lombardo. I sindaci dei comuni interessati rassicurano: "Nessun allarme". Salgo a 133 i casi in Veneto

Con un post sulla pagina ufficilae del comune, i sindaci dei comuni di Campiglia dei Berici e Agugliaro, segnalano alla cittadinanza che tra i 130 tamponi eseguiti nell'area dell'Ulss berica alla volta di giovedì, tre sono risultati positivi al Coronavirus e si tratta di persone che vivono nei loro territori. Infetti riconducibili al cluster di Vo' Euganeo, dove è stata registrata la prima vittima italiana del Coronavirus.

"Si tratta di una persona che presenta normali e lievi sintomi influenzali ed è in via di guarigione - spiega il sindaco di Campiglia dei Berici Massimo Zulian - Si trova presso la sua abitazione, assieme ai familiari conviventi, dove peraltro era rimasta anche nei giorni scorsi, ritenendo di aver contratto una leggera influenza. Il caso è riconducibile al focolaio di Vo' e non esiste pertanto alcun focolaio a Campiglia."

"Per il nostro Comune non cambia nulla - sottolinea - non ci sono limitazioni ulteriori rispetto a quanto già previsto nell'ordinanza del Ministero della Salute e nell'ordinanza sindacale del 25.02.2020. Le Autorità sanitarie ci hanno dato rassicurazioni: nessun allarme. Continuiamo a vivere e a mantenere i nostri rapporti, mettendo in atto le precauzioni indicate dal Ministero e dall'Ulss".

Sulla stessa linea il primo cittadino di Agugliaro. Anche questa persona è riconducibile al focolaio di Vo': "Le Autorità sanitarie ci hanno dato rassicurazioni: nessun allarme", ha sottolineato Massimo Borghettini.

Il terzo caso è stato segnalato a Chiampo dove anche il sindaco Matteo Macilotti ha voluto tranquillizzare i propri concittadini. La persona in questione sarebbe riconducibile al cluster lombardo e come gli altri due si trova in isolamento fidicuario nella propria abitazione ma non presenta alcun sintomo e sta bene.

Per quanto riguarda la situazione a livello regionale, il dato aggiornato a venerdì mattina alle ore 6.30, parla di 133 casi di positività ai test Coronavirus in Veneto. Di questi, 69 sono asintomatici, 29 sono i ricoverati totali, di cui 8 in terapia intensiva. Rispetto al bollettino delle ore 18.00 di ieri si sono registrati 13 nuovi casi.

Il focolaio più grande resta quello di Vo' Euganeo, con 59 casi (5 nuovi), seguito da Treviso con 23 (uno nuovo), poi Venezia (10, uno nuovo), Limena (9, invariato), Mirano (5, invariato) e Vicenza (3, invariato); altri 23 casi (6 nuovi) non sono associati a focolai. Le persone dimesse e in isolamento sono 3, i decessi rimangono due.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio ditta stoccaggio rifiuti speciali: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

  • Emergenza Covid: spostamenti ingiustificati, fioccano le multe in città

  • Gravissimo fatto di sangue, accoltellata una donna: è in ospedale in condizioni critiche

  • Coronavirus, da lunedì i cittadini possono richiedere i buoni spesa: ecco come fare

  • Ospedale chiuso per Coronavirus, il bambino nasce al pronto soccorso grazie all'ostetrica

  • Covid-19, 389 casi in più: "Nessuna escalation, sono arrivati gli esiti", altri 45 nel Vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento