rotate-mobile
Cronaca Cornedo Vicentino

Cornedo, postina rubava pacchi da anni: arrestata, le immagini

I carabinieri si sono trovati davanti a una cinquantina di grosse scatole di cartone, tutte riempite con migliaia di oggetti di materiale elettrico, elettronico, di cosmesi, giochi ed accessori vari, spedito da tutte le parti del mondo

Aveva stipato in casa migliaia di oggetti ordinati su internet e che avrebbe dovuto consegnare via posta. 

I carabinieri di Trissino, a seguito di una segnalazione pervenuta da alcuni ispettori delle Poste Italiane, in data 10 dicembre hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria N.M. 47enne di Cornedo Vicentino. La donna, dipendente delle Poste ed impiegata presso un centro di smistamento, è stata perquisita dai militari mentre lasciava il suo posto di lavoro ed è stata trovata in possesso di 3 casse gialle, usate per lo smistamento della corrispondenza, piene di pacchi, che aveva appena occultato all’interno della sua automobile.

Nell’appartamento della donna, successivamente posto sotto perquisizione, i militari si sono trovati davanti a qualcosa di quanto meno incredibile: stipati in una lunga scaffalatura metallica, montata nella mansarda dell’abitazione, vi erano una cinquantina di grosse scatole di cartone, tutte riempite con migliaia di oggetti di materiale elettrico, elettronico, di cosmesi, giochi ed accessori vari, spedito da tutte le parti del mondo ed, evidentemente, mai giunto a destinazione. Nelle immediate vicinanze i militari hanno rinvenuto solo una parte delle migliaia di confezioni che custodivano tutti gli oggetti ed alle quali erano state ovviamente rimosse sia le generalità dei mandanti che quelle dei destinatari. Si ritiene che tutti questi furti siano stati eseguiti nel corso di diversi anni.

Dopo alcuni tentennamenti, la donna ha dichiarato di aver compiuto tutti quei furti, ma di averlo fatto solo nel corso degli ultimi due anni. Si è appurato che, per evitare di essere scoperta, la donna ha trafugato solo i pacchi provenienti dall’estero, poiché questi, a differenza dei pacchi provenienti dall’Italia, non sono soggetti a “tracciatura”. I pacchi appena trafugati e dunque con ancora le generalità dei destinatari, sono stati consegnati al direttore delle Poste di Trissino per il successivo recapito, mentre tutto l’altro materiale, di cui è impossibile determinarne la proprietà, è stato ovviamente posto sotto sequestro ed è in attesa di determinazioni che l’Autorità Giudiziaria vorrà adottare.


La donna è stata denunciata per furto continuato e sottrazione di corrispondenza. Le indagini hanno avuto inizio anche a seguito di numerose lamentele, postate su alcuni social network, di cittadini della giurisdizione che, spesso e volentieri, lamentavano la mancata ricezione di materiale acquistato tramite internet e mai giunto a destinazione.

Postina ladra: in casa un "magazzino"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cornedo, postina rubava pacchi da anni: arrestata, le immagini

VicenzaToday è in caricamento