rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca

Controlli straordinari: disposti 21 Fogli di Via, 20 Avvisi orali e 13 Ordini di allontanamento

Stretta su esercizi pubblici e luoghi solitamente frequentati nelle serate del fine settimana

Nelle serate di venerdì, sabato e domenica scorsi sono state effettuate, in varie aree del capoluogo, una serie di attività di polizia. Attenzionati i luoghi solitamente frequentati nelle serate del fine settimana, al fine di prevenire situazioni di turbativa dell’ordine e della sicurezza e comportamenti che possano violare il decoro urbano.

Speciale attenzione è stata riservata, nel corso dei predetti servizi, a quelle zone ove solitamente si registra la presenza di soggetti dediti a furti e attività di spaccio di stupefacenti, così come attività di disturbo della quiete pubblica in generale. Sempre alta, poi, viene mantenuta l’attenzione al rispetto delle regole imposte dall’attuale normativa di contenimento della diffusione del Covid-19.

Nella specifico, nella notte tra venerdì e sabato, intorno alle ore 2.20, le Volanti di turno su segnalazione della Centrale operativa sono intervenute in piazza dei Signori e di contrà Pescherie Vecchie. Giunti sul posto, gli operatori del 113 hanno identificato una decina di persone. Nel frattempo, in piazzetta Palladio, alla vista della Polizia un soggetto si dava alla fuga. Inseguito dagli agenti è stato poi fermato in via del Vescovado dove ha tentato di divincolarsi, reagendo al controllo di polizia.

Al termine degli accertamenti, due soggetti stranieri, in evidente stato di ubriachezza, venivano accompagnati presso gli uffici di viale Mazzini per accertamenti. Nel contesto sono stati denunciati per ubriachezza ed a carico di uno di loro veniva elevata una sanzione amministrativa in quanto trovato in possesso di stupefacente per uso personale.

Nella mattinata di sabato, durante un posto di controllo in Riviera berica, è stato individuato un pregiudicato livornese con diversi precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona, in compagnia di un individuo residente in città, pregiudicato. Nei loro confronti il questore ha disposto le misure di prevenzione personali del Foglio di Via obbligatorio dal Comune di Vicenza e un Avviso orale.

Nella serata di sabato, in via Giuriato, sono stati identificati un uomo e una donna, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio. La posizione dell’uomo – un vicentino di 39 anni, già noto alle forze dell’ordine in quanto dedito al consumo di sostanze stupefacenti e sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora e della messa in prova al servizio sociale – è al vaglio della divisione anticrimine della questura.

Nella giornata di domenica, in corso SS felice e Fortunato è stato sottoposto a controllo di Polizia un cittadino marocchino di 28 anni, residente a Recoaro Terme, ma privo di permesso di soggiorno e con precedenti per reati contro il patrimonio. A carico dello stesso il questore ha disposto un Ordine di allontanamento dal territorio nazionale e un Foglio di Via obbligatorio dal Comune di Vicenza.

Veniva poi fermato, alla guida di una vettura, un quarantenne sudanese con precedenti per reati contro la persona e reati in materia di stupefacenti. L’Ufficio Immigrazione della Questura ha quindi avviato l’iter per la revoca del permesso di soggiorno e l’allontanamento dal Territorio nazionale.

Complessivamente, nel corso del weekend, sono stati controllati 30 esercizi commerciali, 15 autoveicoli e 278 persone.

Per quanto riguarda il comprensorio bassanese, sono stati effettuati posti di controllo nelle principali arterie cittadine e controlli straordinari finalizzati alla verifica del rispetto della normativa anticovid.

Complessivamente sono stati controllati 4 Locali pubblici, 12 autoveicoli e 103 persone, delle quali 8 con precedenti di polizia.

“L’attenzione nei confronti della criminalità comune, in particolare quella di tipo predatorio, nonché dell’immigrazione clandestina e dei reati che ad essa sono collegati, rappresenta per le Forze dell’ordine una priorità assoluta – ha evidenziato il questore della Provincia di Vicenza, Paolo Sartori – Pertanto, l’effettuazione sistematica di mirati servizi di controllo del territorio e la conseguente applicazione delle Misure di prevenzione personali e dei Provvedimenti di Allontanamento dal territorio nazionale di soggetti devianti ci consente di estirpare dal contesto criminale quei personaggi  che delle attività delinquenziali hanno fatto la loro unica fonte di sostegno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli straordinari: disposti 21 Fogli di Via, 20 Avvisi orali e 13 Ordini di allontanamento

VicenzaToday è in caricamento