rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca

Scuole sicure e controllo locali dismessi: città sotto la lente

Il questore: "Bisogna assolutamente evitare che contesti urbani con un elevato livello di convivenza civile quale quello di Vicenza diventino stabili punti d’interesse per criminali e pregiudicati"

Negli ultimi due giorni, i questore di Vicenza Paolo Sartori ha disposto dei controlli straordinari sul territorio nei luoghi dove sono stati segnalati episodi criminosi o elevati indici di degrado urbano. In campo 40 operatori tra questura e Polizia locale, con il supporto del reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato. Il controllo non ha evidenziato particolari anomalie ed è stato apprezzato da parte dei genitori che avevano in precedenza segnalato la necessità di implementare i controlli in prossimità degli Istituti Scolastici in occasione dell’afflusso e del deflusso degli studenti. 

I servizi sono poi proseguiti con tre posti di controllo nelle principali arterie stradali di ingresso alla città, in particolare sulla Riviera Berica e nella zona di Ponte Alto, per poi perlustrare le zone del Quadrilatero ove sono stati controllati alcuni esercizi pubblici presenti ed i relativi avventori, senza comunque evidenziare particolari anomalie. 

Quindi, in viale Trento, è stata ispezionata l’area dismessa dell’ex Consorzio Agrario, all’interno della quale è stata individuata e rimossa la presenza di bivacchi e giacigli.  

Nella mattinata di mercoledì, inoltre, è stato effettuato un massiccio intervento nella zona di Campo Marzio, dove sono stati identificati ed allontanati alcuni soggetti (tutti cittadini italiani senza fissa dimora ma residenti nel Capoluogo) intenti a bivaccare in zona, tristemente noti alle forze di Polizia in quanto da anni gravitanti negli ambienti del consumo di sostanze stupefacenti.  

Complessivamente sono stati controllati 9 esercizi pubblici, 43 autoveicoli e 126 persone, di cui 39 stranieri e 42 con precedenti penali e/o di Polizia. Al termine delle operazioni di Polizia il questore ha predisposto 4 Fogli di Via Obbligatori dal Comune di Vicenza, per un periodo di 3 anni, nei confronti di un cittadino italiano residente in provincia di Verona, gravato da numerosissimi precedenti penali mentre gli altri 3 provvedimenti sono scattati nei confronti di altrettanti individui, anch’essi non residenti nel Comune di Vicenza, con precedenti penali e di Polizia per reati di varia gravità, rintracciati nella zona di Campo Marzio.

E ancora, sono stati disposti 3 Avvisi orali, 1 ordine di Allontanamento dal territorio nazionale nei confronti di un cittadino ghanese sprovvisto del Permesso di Soggiorno ed irregolare sul Territorio Nazionale, con precedenti penali e /o di Polizia per reati di varia natura, 3 revoche di permessi di soggiorno, in particolare nei confronti di un cittadino ghanese, un cittadino marocchino e di un cittadino nigeriano che non posseggono più i requisiti per soggiornare nel nostro Paese.

“Bisogna assolutamente evitare che contesti urbani con un elevato livello di convivenza civile quale quello di Vicenza diventino stabili punti d’interesse per criminali e pregiudicati. L’innalzamento dell’attenzione da parte delle Forze di Polizia vuole proprio prevenire il radicamento di tali situazioni – ha evidenziato il questore Sartori – La collaborazione dei cittadini, delle associazioni, delle Organizzazioni di categoria e delle alte Istituzioni operanti nei vari settori a servizio della collettività, è essenziale per meglio orientare le attività di controllo sul territorio, garantendo un innalzamento della sicurezza effettiva e di quella percepita”.



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole sicure e controllo locali dismessi: città sotto la lente

VicenzaToday è in caricamento