rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca

Altro blitz della polizia, rimpatri e fogli di via per una rissa sull'autobus

Al setaccio nella serata di giovedì le zone di Campo Marzio ed aree limitrofe, nonché strada Ca’ Balbi,  zona contrà Garibaldi e Pescherie Vecchie.

Non si ferma l'azione dei controlli straordinari del territorio nel capoluogo da parte delle forze dell'ordine. Nella giornata di giovedì, con ordinanza del questore della provincia di Vicenza Paolo Sartori, sono stati impiegate circa 35 unità: hanno fatto squadra gli uomini e le donne della questura di Vicenza, del comando provinciale dell’Arma dei carabinieri, della guardia di finanza e della polizia locale con l’ausilio del reparto prevenzione crimine della polizia di Stato e dell'unità cinofila delle Fiamme Gialle. 

Sono stati quindi effettuati controlli a Campo Marzo e nelle aree verdi attigue alla stazione nonchè i luoghi di aggregazione e gli esercizi commerciali segnalati come abitualmente frequentati da soggetti pericolosi o dediti a traffici illeciti. Al setaccio anche strada Ca' Balbi e il centro storico, a partire da contrà Garibaldi e Pescherie Vecchie.

L’attività si è conclusa con 269 persone identificate, di cui 61 stranieri e 51 con precedenti, 64 autoveicoli e 5 esercizi pubblici controllati. Il questore ha emesso 5 revoche di permessi di doggiorno, di cui 4 per mancanza dell’attualità dei requisiti ed una per precedenti penali nei confronti di due cittadini marocchini, un cittadino senegalese e due cittadini del Ghana, e 6 ordini di allontanamento dal territorio nazionale. 

A questo proposito, un cittadino nigeriano – con a proprio carico numerosi precedenti penali e di polizia di vario genere, nonché privo di titoli per rimanere in Italia – è stato trasferito presso il  centro di permanenza per il rimpatrio di Torino dagli agenti della questura, e nei prossimi giorni verrà imbarcato sul primo volo disponibile per essere rimpatriato nel paese di origine. Inoltre nei confronti di un cittadino marocchino, un cittadino pakistano, un cittadino filippino, un cittadino moldavo non più in possesso dei requisiti richiesti per risiedere in Italia ed un cittadino nigeriano con a proprio carico precedenti penali di varia natura, il questore ha emesso altrettanti decreti di allontanamento, con ordine di lasciare il nostro Paese entro 7 giorni. Qualora gli stranieri non ottemperassero, verranno denunciati alla procura della Repubblica ed accompagnati coattivamente verso il Paese di origine. 

Sartori ha poi firmato 8 fogli di via obbligatori dal comune di Vicenza a carico di altrettanti soggetti gravati da precedenti penali che si trovavano senza apprezzabile motivo ed in circostanze non giustificate nel capoluogo. In particolare due dei destinatari del foglio di via con divieto di ritorno per tre anni, sono cittadini italiani di seconda generazione identificati a bordo di un autobus Svt - che da strada Pasubio era diretto a Vicenza - a seguito di segnalazione da parte dell’autista. I giovani infatti, gravati da numerosi precedenti anche per interruzione di pubblico servizio e minacce a pubblico ufficiale, avevano scatenato una lite a bordo dell’autobus sul quale viaggiavano. Gli agenti della volante sono intervenuti e hanno dapprima placato gli animi riportando la tranquillità sul mezzo di trasporto per poi procedere ad identificare i ragazzi, entrambi non residenti nel capoluogo berico. 

Il questore ha infine emesso 12 avvisi orali nei confronti di altrettanti cittadini italiani e stranieri che denotano una spiccata pericolosità sociale a causa di precedenti penali per reati di varia natura contro la persona e contro il patrimonio e per spaccio di droga.  “I provvedimenti adottati al termine delle operazioni di Polizia interforze effettuate ormai sistematicamente contribuiscono ulteriormente a monitorare e far cessare situazioni di degrado urbano e fenomeni delinquenziali che creano non poco disagio ai cittadini – ha evidenziato Paolo Sartori – Inoltre, alla luce di alcuni episodi di bullismo tra giovani avvenuti in prossimità delle fermate ed a bordo di autobus, queste attività che stiamo effettuando e la nostra presenza anche nei pressi delle fermate sono altresì funzionali a dare tranquillità ai viaggiatori, rafforzando la percezione di sicurezza nei cittadini”. 

Controlli polizia 25 febbraio 2022

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro blitz della polizia, rimpatri e fogli di via per una rissa sull'autobus

VicenzaToday è in caricamento