Non ce l'ha fatta Nicolò: è spirato dopo due giorni di agonia

Nel pomeriggio di giovedì il cuore di Nicolò Celi, il ragazzino ricoverato al San Bortolo in gravissimi condizioni per le ferite riportate in un incidente, ha smesso di battere

Si è spento dopo un'agonia durata due giorni Nicolò Celi, il 15enne vittima di un pauroso incidente avvenuto marteì alle 14 a Molvena, frazione di Colceresa. La morte celebrale del ragazzino, ricoverato al reparto di terapia intensiva pediatrica dell'ospedale San Bortolo è stato dichiarata giovedì vesrso le 14 mentre il decesso - dopo le sei ore previste per legge - è stato registrato alle 20 dello stesso giorno.

Nicolò, che viveva a Molvena con la famiglia, è stato coinvolto nello schianto con  una Subaru Impreza mentre stava tornando dalla scuola in sella al suo scooter Aprilia. I genitori hanno consentito per alla donazione degli organi del figlio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al laghetto di Marola la nuova spiaggia di Vicenza

  • Auto finisce capovolta nel torrente: muore conducente, ferita la passeggera

  • Allagamenti e frane, il Vicentino flagellato dal maltempo: alluvione a Solagna

  • Trasportano alimenti con 60 gradi nel furgone: maxi multa a un pasticciere

  • Folgorato da una scarica elettrica: grave operaio

  • Frontale tra due moto: gravi i conducenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento