rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Trissino

"Voglio vedere i miei figli", si chiude in auto rischiando la disidratazione: intervengono carabinieri e pompieri

L'uomo è stato notato dal vicinato sofferente all'interno del mezzo ed è scattato l'allarme. I militari hanno chiuso la strada

Un gesto, sintomo di un malessere dovuto a problemi famigliari, che fortunatamente si è risolto nel migliore dei modi grazie alla collaborazione tra rete di vicinato, forze dell'ordine, soccorsi e familiari di un uomo di mezza età, di origine africane, che verso le 11 di domenica si è barricato in un'auto - sotto al sole cocente - in via Ghirardini a Trissino in stato confusionale. Dalle prime informazioni risulta che l'uomo, separato o in via di separazione, si rifiutava di uscire dalla vettura, con i finestrini chiusi, spiegando che voleva vedere i suoi figli.

Dopo quasi un'ora lo straniero aveva il volto sofferente, in quanto l'elevata temperatura lo stava portando verso la disidratazione o, nella migliore delle ipotesi, ad accusare un colpo di calore preoccupante. All'esterno dell'auto c'erano i familiari e i vicini che hanno allertato i carabinieri. I militari, arrivati poco dopo sul posto, hanno transennato la strada e chiamato un'ambulanza del Suem e i vigili del fuoco. 

L'uomo, ancora molto agitato, è stato quindi pian piano convinto ad uscire dalla sua auto. La tempestiva segnalazione di alcuni vicini ha evitato che la situazione degenerasse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Voglio vedere i miei figli", si chiude in auto rischiando la disidratazione: intervengono carabinieri e pompieri

VicenzaToday è in caricamento