rotate-mobile
Cronaca Gallio

Malore sulla pista da sci, i carabinieri salvano un bambino di 9 anni

L'episodio è stato reso noto dai militari in occasione del bilancio stagionale della compagnia di Thiene impegnata nella vigilanza e nei soccorsi nei comprensori bianchi

I carabinieri, impegnati nella vigilanza e nei soccorsi durante la stagione invernale, che volge al termine domani 27 marzo, hanno salvato la vita a un bimbo di 9 anni colto da malore. L’episodio è accaduto domenica 27 febbraio alle Melette di Gallio ma è stato reso noto dai militari solo oggi, in occasione del bilancio stagionale della compagnia di Thiene sui controlli nell’Altopiano di Asiago. 

Una bella giornata passata sulle piste ha rischiato di trasformarsi in tragedia per una famiglia vicentina a causa di un malore che ha colto improvvisamente il loro figlio, già sofferente di una patologia cardiaca.
Appena il tempo di parlare e il bambino si è accasciato a terra ed è stato subito portato in baita finché, grazie all'intervento del soccorso piste dei carabinieri, è giunto, intorno alle 10.30, l'elicottero di Treviso Emergenza. Il piccolo è stato quindi monitorato per circa una quarantina di minuti e poi, quando la situazione si è stabilizzata è stato trasportato all'ospedale di Vicenza per il ricovero. Grande è stata l'apprensione per le condizioni del giovanissimo sciatore che fortunatamente si è poi ripreso.

Gli interventi

Le pattuglie dell’Arma impiegate giornalmente direttamente sull’altopiano di Asiago nella fascia oraria dalle 9 alle 17, con l’impiego di circa 400 carabinieri sciatori e tre motoslitte in dotazione, hanno assicurato circa 180 interventi per soccorso di persone a seguito di cadute accidentali in cui i malcapitati fortunatamente hanno riportato lievi lesioni senza responsabilità da parte di terzi. In particolare, sono stati effettuati 4 interventi a seguito di allarme per persone disperse poiché allontanatisi dalle piste e non più in grado di ritrovare la via del ritorno. 

I controlli

Oltre 300 persone controllate tra sciatori e avventori delle baite principali del comprensorio e nessuna violazione delle norme anti-Covid. È il bilancio dei carabinieri di Thiene sull’attività di vigilanza, soccorso e controllo piste sciistiche da metà dicembre scorso ad oggi, nei comprensori sciistici delle Melette, Kaberlaba e Monte Verena. I controlli sono stati focalizzati anche per il regolare svolgimento delle attività negli impianti, soprattutto alla luce delle varie restrizioni Covid e la verifica di assembramenti nei rifugi in quota nei comuni di Asiago, Gallio, Piana di Marcesina, Monte Ortigara oltre che nelle località, dove sono situate le sciovie di Verena e delle Melette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore sulla pista da sci, i carabinieri salvano un bambino di 9 anni

VicenzaToday è in caricamento