Capodanno, niente botti in piazza: multe fino a 500 euro

Ultimo dell'anno a rischio sanzioni salate per i trasgressori. Il regolamento di polizia urbana proibisce infatti i mortaretti in centro storico. L'ordinanza del sindaco vieta anche bicchieri e bottiglie di vetro e lattine

Capodanno senza botti a meno che non si voglia rischiare una multa che può essere salatissima. Lo ricorda il Comune di Vicenza nell'annunciare che il sindaco ha firmato l'ordinanza che recepisce le indicazioni del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica e che vieta l'utilizzo di bottiglie e bicchieri di vetro e lattine per il consumo di bevande all'interno del centro storico in occasione dei festeggiamenti per il Capodanno.

Nel dettaglio, dalle 21 del 31 dicembre alle 6 dell'1 gennaio, in centro storico è vietata la vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro e lattine; è vietato, inoltre, il consumo di bevande (sia alcoliche che analcoliche) in contenitori di vetro e lattine. La violazione sarà punita con una sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro. 

Palazzo Trissino ricorda che il Regolamento di polizia urbana e sulla civica convivenza vieta l'utilizzo di mortaretti, prodotti esplodenti ed artifici pirotecnici ad effetto di scoppio, anche se di libera vendita, nel centro storico delimitato dalla cerchia delle mura cinquecentesche, entro cento metri da ospedali, case di cura e/o di riposo scuole. La violazione del divieto comporta la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro e la sanzione accessoria del sequestro amministrativo del materiale esplodente in possesso del trasgressore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Coronavirus, record di casi nel Vicentino: più di 1000 nuovi contagi in poche ore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento