Blitz in borghese e con microcamera: arrestato con un etto di droga

L'operazione della polizia locale è avvenuta alla Valletta. Lo spacciatore, Riccardo Dalla Costa, 20enne di Schio, era in procinto di vendere marijuana a due ragazzi, di cui uno minorenne

Dall'inizio dell'anno scolastico si erano susseguite segnalazioni alla Polizia Locale circa una continuata azione di spaccio in località Valletta ai danni degli studenti delle numerose scuole che sorgono in prossimità del parco.

L'operazione in borghese e con microcamera

Per tale motivo nella mattinata di ieri, giovedì, due agenti in abiti borghesi hanno eseguito un appostamento in zona, muniti di videocamera ad alta risoluzione. Nella circostanza constatavano che un soggetto, mentre stava parlando con due ragazzi, dei quali uno risultava poi minorenne, aveva in mano un sacchettino contenente, presumibilmente, marijuana. Dopo pochi istanti estraeva dalla tasca dei pantaloni un coltello a serramanico, per poi sguainarlo e mostrarlo ai presenti.

Il fermo

A quel punto gli Agenti in borghese chiedevano l'intervento di una pattuglia che giungeva da monte, cinturando a loro volta la zona da sotto. Il giovane in questione, identificato in Riccardo Dalla Costa, 20enne di Schio, consegnava subito un sacchetto contenente 8,124 grammi netti di Marijuana. Quindi, sempre a richiesta, consegnava il coltello a serramanico, risultato avere lama lunga 12 centimetri . Gli agenti chiedevano poi di chi fosse un ciclomotore che era parcheggiato poco distante. Il giovane rispondeva di non saperlo, ma da accertamenti alla banca dati, la targa risultava intestata al padre del medesimo.

Un etto di droga nel motorino e nello zaino

Dopo avere inventato varie scuse per non aprirlo, quali non avere la chiave e che non funzionava la serratura, alla fine il giovane collaborava aprendo il vano sottosella, nel quale veniva rinvenuto un involucro contenente circa mezzo etto, sempre di marijuana. Si procedeva quindi alla perquisizione del suo zaino, dove c'era un altro mezzo etto, ma di hashish, un bilancino elettronico di precisione, una pistola giocattolo priva però di tappo rosso, un coltellino multiuso.

Per quanto sopra il giovane, incensurato, veniva tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, aggravata dal possesso di armi e dalla prossimità dalle scuole. Sottoposto agli arresti domiciliari, nella mattinata odierna verrà accompagnato al Tribunale di Vicenza per l'Udienza di Convalida e rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • L'Emisfero apre i battenti alle Cattane, Cestaro: «Il nostro primo pensiero è stato ai dipendenti»

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

Torna su
VicenzaToday è in caricamento