Bimba di due anni in ospedale: aveva ingerito coca e cannabinoidi della madre

La donna è stata denunciata dai carabinieri per lesioni personali e abbandono di minori

La bimba è finita in ospedale a Santorso

Il fatto risale alla prima decade di agosto. Una bambina di poco meno di due anni è stata portata dalla madre all'ospedale di Santorso in quanto manifestava uno stato di alterazione preoccupante. Dopo le anali è risultato che la piccola aveva ingerito inavvertitamente cocaina e cannabinoidi, come riportato dal referto medico. 

I militari, allertati dai medici, hanno subito avviato le indagini: sono state raccolte le testimonianze di parenti, familiari e personale sanitario che hanno confermato la tossicodipendenza dell’indagata la quale, si presume, avrebbe inavvertitamente dimenticato delle sostanze stupefacenti su una superficie facilmente raggiungibile dalla bambina. I servizi sociali, immediatamente attivati, hanno affidato entrambe alle cure di una comunità di recupero.

La donna è stata denunciata per lesioni personali e abbandono di minori e il caso, per la sua gravità e delicatezza, è costantemente seguito dalla Procura di Vicenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il grande freddo: gennaio 1985 la nevicata del secolo

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Riapre il bar per protesta, multa al titolare e a 17 clienti

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

  • Nuovo Dpcm, allo studio divieto d'asporto dopo le 18: per il Veneto più facile l'entrata in zona rossa

Torna su
VicenzaToday è in caricamento