Segue la fidanzata dopo la lite e la minaccia: denunciato un 44enne

Fondamentale l'intervento della polizia:l'uomo è stato trovato in possesso di un coltellino con lama affilata e per questo denunciato per porto abusivo di oggetti atti a offendere

L'attenzione delle forze dell'ordine verso i possibili casi di femminicidio è molto alta in questo periodo, sopratutto dopo l'omicidio di Lonigo e quindi quando in centrale di polizia arriva una chiamata per richiedere un'intervento urgente, per un violento litigio tra fidanzati, l'intervento è immediato. Ed è questo quanto successo poco dopo le 19 di venerdì a Bassano del Grappa in via Ca' Rezzonico, in un'abitazione privata. Protagonisti della vicenda un rumeno di 44 anni, M.A.C. residente a Loria, e la compagna moldava di 47 anni di professione badante.

L 'uomo, dopo la lite, si è recato presso il luogo di lavoro della donna sperando forse in una riappacificazione ma, una volta suonato il campanello, tra i due sono volate ancora parole grosse tanto che il 44enne ha deciso di entrare con la forza nell'appartamento dove la fidanzata stava accudendo un disabile e un'anziana signora che ha subito cercato di impedire l'avanzata del rumeno.

A quel punto, come riporta "il Gazzettino", inevitabile è stata la chiamata alla polizia che in breve si è recata sul posto costatando immediatamente lo stato di alterazione alcolica dell'uomo, trovato poi in possesso di un "cutter" (piccolo coltello con lama affilata) e perciò denunciato per porto abusivo di oggetti atti a offendere“.

Fonte: Trevisotoday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Guida Michelin 2021: gli otto ristoranti stellati nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento