Furti nelle chiese: arrestato il ladro seriale

Dopo numerosi colpi i carabinieri hanno incastrato il responsabile attraverso una testimonianza e le immagini delle telecamere

I carabinieri di Bassano del Grappa hanno recentemente concluso un'indagine di polizia giudiziaria che ha permesso di identificare il “responsabile” dei furti nelle chiese nel bassanese. 

L’attività investigativa è iniziata lo scorso 12 maggio, quando i militari sono intervenuti in via San Giovanni Bosco per una segnalazione di furto presso la chiesa parrocchiale. Qualcuno aveva forzato la porta d’ingresso della sacrestia e aveva rubato circa 300 euro, frutto delle offerte raccolte nelle cassette.

Gli inquirenti hanno raccolto ogni elemento utile alle indagini cercando, nel modus operandi dei responsabili, qualcosa che accomunasse quel colpo ad altri due mesi a segno circa un mese prima nel Duomo di Rosà e poi nella chiesa di Mussolente, dove erano state rubate le offerte dalle cassette delle elemosine.

La svolta alle indagini è arrivata in un successivo colpo messo a segno dal “seriale”, come a quel punto veniva definito dagli addetti ai lavori il responsabile di questi furti. Il 16 maggio scorso, quando sempre nella chiesa di San Vito a San Giovanni Bosco, un uomo - sorpreso a rovistare nella sacrestia da un aiutante del parroco - dopo aver arraffato l’unica banconota presente in quel cassetto, per assicurarsi la fuga, ha spinto l'aituante a terra, fortunatamente senza conseguenze. A quel punto, grazie alla testimonianza del malcapitato ed alle immagini della videosorveglianza, i carabinieri sono riusciti a identificare il responsabile in F.P., 37enne italiano pregiudicato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il PM titolare delle indagini, ha ottenuto quindi un’ordinanza di custodia cautelare per quest’ultimo, eseguita lo scorso 25 giugno dai carabinieri della Stazione di Bassano del Grappa i quali, dopo le formalità di rito, lo hanno accompagnato presso il carcere di Vicenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Coronavirus, impennata di nuovi positivi a Vicenza

  • Bonus Bici e Monopattini 500 euro: tutte le informazioni

  • La taverna al confine tra Vicentino e Trentino: salva dalla chiusura alle 18 per qualche metro

  • Offerte di lavoro: Unicomm cerca personale nel Vicentino

  • Coronavirus, nuova ordinanza in arrivo in Veneto: «Ma aspettiamo le misure del Governo»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento