rotate-mobile
Cronaca Bassano del Grappa

Bassano, "Di padre in figlia": la fiction con Cristiana Capotondi proiettata alla Camera

La Presidente Laura Boldrini: " Un'occasione per vedere come sia cambiata nel tempo la figura della donna"

La storia di una famiglia, il cambiamento che investirà un Paese e generazioni di uomini e donne a confronto in un delicato periodo storico; sullo sfondo il magico scenario offerto da Bassano del Grappa. E' "Di padre in figlia", nuova fiction che andrà in onda da lunedì con Alessio Boni nei panni di Giovanni Franza, il capostipite intransigente di una famiglia di distillatori e Cristiana Capotondi, la figlia primogenita, intelligente e ribelle. La regia è di Riccardo Milani su un'idea di Cristina Comencini, sceneggiata da Giulia Calenda.

La produzione è stata proiettata in anteprima, lunedì, alla Camera, con la Presidente Laura Boldrini che l'ha definita come "una finestra sulle problematiche della condizione femminile nel nostro Paese". 

Ambientata negli anni che furono dal 1958 ai primi anni ‘80, Di padre in figlia racconta la storia di una famiglia patriarcale bassanese, i Franza, che attraversa i grandi cambiamenti storici che hanno portato le donne a lottare per guadagnarsi la parità e i diritti civili. Tra tensioni, conflitti e ribellioni, il potere della figura paterna viene sostituito, in modo nuovo e lungimirante, dalle tre figlie e dalla madre, la quale ha coltivato in loro i suoi desideri irrealizzati di libertà, indipendenza e amore.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bassano, "Di padre in figlia": la fiction con Cristiana Capotondi proiettata alla Camera

VicenzaToday è in caricamento