Trovato ordigno bellico nel torrente: artificieri in azione

I carabinieri hanno recuperato un proiettile da artiglieria calibro 75 che è stato fatto brillare dall'unità speciale dell'Arma di Padova

I carabinieri della Stazione di Bassano del Grappa hanno coordinato tra mercoledì e giovedì un’attività di messa in sicurezza, recupero e bonifica di un ordigno bellico. Nella giornata del 3 ottobre, durante alcune operazioni di pulizia del torrente “Silanetto” in agro del comune di Bassano del Grappa a cura di personale del Consorzio di Bonifica del Brenta, un operaio si è imbattuto in un oggetto metallico di dimensioni ragguardevoli.

Dopo le prime valutazioni, è parso subito chiaro come si trattasse di un ordigno bellico ed è scattato l'allarme al “112”. I carabinieri della stazione di Bassano del Grappa, guidati dal luogotenente carica speciale Vito Sitran, hanno accertato la presenza di un proiettile da artiglieria calibro 75 mm e altezza 240 mm.

L’ordigno è stato subito messo in sicurezza dai militari, che hanno provveduto ad attivare in emergenza, data la vicinanza del proiettile ad un’abitazione, il personale artificiere antisabotaggio dell’Arma. La mattina del 4 ottobre è intervenuto il personale specializzato del comando provinciale carabinieri di Padova che ha provveduto a mettere in sicurezza l’ordigno ed a trasportarlo in un luogo apposito per il brillamento in sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Guida Michelin 2021: gli otto ristoranti stellati nel vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento