Due chili di coca in valigia: arrestato trafficante internazionale

Il 38enne Cristofer Sanchez Ogando. Lo è stato messo in manette all'aeroporto di Venezia. Lo stupefacente era confezionato sottovuoto con al di sopra spezie e cibi dominicani

L'aeroporto di Venezia

I carabinieri del NORM della carabinieri di Bassano del Grappa hanno tratto in arresto il dominicano 38enne Cristofer Sanchez Ogando , residente ad Asolo. Il soggetto è stato fermato all’aeroporto di Venezia Marco Polo con oltre 2,5 kg di cocaina, occultati nel doppiofondo della propria valigia. 

Lo stupefacente era confezionato sottovuoto, con una ulteriore schermatura in plastica; al di sopra spezie e cibi dominicani: il tutto con il chiaro intento di eludere i controlli delle unità cinofile antidroga.

LE INDAGINI 

I carabinieri sono giunti a Sanchez con un’attività “vecchio stile” fatta di pedinamenti e attività informativa sul campo per quasi un anno. Tutto comincia con l’arresto nel novembre 2017, da parte della Stazione di Marostica, del dominicano 30enne Antonio Ortiz Macario Apolinar un incensurato che deteneva 150 grammi di cocaina purissima e oltre 4000 euro: tale evenienza fa supporre ai carabinieri che la fonte di approvvigionamento non fosse così lontano.

Da Ortiz si sviluppano le attività di monitoraggio, che portano a diversi arresti ed alla segnalazioni di numerosi assuntori. Fra questi l'arresto a Roncade di Danilo Tommasi con 9 grammi di cocaina; nel novembre 2018; nel febbraio 2018 l'arresto a Cassola di Nabil El Maniani con 140 grammi di cocaina e 800 di hashish; nell'aprile 2018 arresto di Alessio Fanuli a Borso del Grappa con 50 grammi di cocaina e di Marco Busatoa a Bassano del Grappa con 18 grammi di cocaina e 22 di marijuana:; nel maggio 2018 arresto a Massanzago di Abderrahman Haouam e Cosimo Mattesi con 50 grammi di cocaina e 2,1 kg di hashish; luglio 2018 arresto a Bassano del Grappa di Riccardo Basso con 18 grammi di cocaina.

I numerosi episodi successivi all’arresto di Ortiz, punto di partenza delle indagini, forniscono elementi ai carabinieri per identificare Sanchez quale probabile corriere: fermato al rientro dalla Repubblica Dominicana per lui si sono aperte le porte del carcere di Venezia. Denunciati in stato di correità la moglie che viaggiava assieme a lui ed ai tre figli minorenni, nonché due connazionali che lo attendevano per rientrare nella sua abitazione di Asolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Investito in bici dal rimorchio di un camion: gravissimo 14enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento