rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Bassano, allarme suicidio dal Telefono Azzurro, ma...

Domenica pomeriggio gli operatori della onlus avevano dato l'allarme, un giovane bassanese aveva detto di voler suicidarsi. Dopo un pomeriggio di tensioni e verifiche, la scoperta che il messaggio non era reale

Domenica di ricerche e paura tra Vicenza e Bassano dopo l'allarme lanciato da un'operatore del Telefono aAzzurro entrato in contatto con un 15enne che stava pensando al suicidio.  Le indagini della polizia hanno, però, verificato che si trattava di un falso allarme.

Alla chat via whatsapp messa a disposizione dalla onlus che si occupa della tutela dei minori aveva risposto uno psicologo di Milano. Il messaggio del 15enne era semplice, quanto terrificante: "Vivo a Bassano del Grappa e sto pensando al suicidio". Immediatamente l'operatore si è messo in contatto con la questura di Vicenza lanciando l'allarme. Gli agenti hanno così iniziato la difficile procedura per risalire all'identità del proprietario del telefono da cui il giovane aveva scritto. Solo dopo alcune ore, la scoperta che l'utenza del cellulare è intestato ad 52enne di Avellino. Verificato che nessuno era in pericolo di vita, l'allarme è cessato. Ora le carte verrano inviate alla questura campana che dovrà cercare una risposta alle tante domande suscitate dall'episodio. Si è tratto di uno scherzo di cattivo gusto? Il telefono potrebbe essere stato utilizzato da un minorenne in difficoltà? E, infine, perchè dare proprio come riferimento geografico Bassano del Grappa? Una prima risposta potrebbe essere data proprio dalla via di residenza dell'uomo. Il nome della strada in cui abita, sarebbe, infatti, legato alla Grande Guerra e al vicentino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bassano, allarme suicidio dal Telefono Azzurro, ma...

VicenzaToday è in caricamento