Cronaca

Aggredisce i poliziotti sul treno, in manette 25enne

Il soggetto, durante l’identificazione, ha anche tentato di sfondare la porta dell’ufficio della polizia in stazione

Poco dopo la mezzanotte di sabato la polizia ferroviaria è intervenuta in stazione a Vicenza per uno straniero che, all’interno di un treno in arrivo sul binario 2, stava creando problemi al personale di servizio del convoglio. All’arrivo del treno gli operatori sono saliti a bordo trovando, all’interno uno scompartimento, una persona che stava dormendo sul sedile. Al tentativo di farlo scendere l’uomo si è rifiutato urlando: “Non ho niente andate via”. E poi ha colpito con un calcio un agente urtandolo sul sedile di fronte. I poliziotti hanno quindi tentato di immobilizzare l’esagitato che prima si è dimenato fortemente e poi è caduto a terra addormentandosi di nuovo. A quel punto gli agenti lo hanno trascinato di peso giù dal treno. 

Successivamente la persona ha accettato di entrare all’interno degli uffici della Polfer, dove ha dichiarato di essere un cittadino marocchino di 24 anni. Tuttavia, poco prima dell’una di notte, lo straniero ha tentato di sfondare la porta dell’ufficio per assicurarsi la fuga. I poliziotti hanno quindi tentato di bloccarlo, ricevendo in cambia morsi, calci e gomitate. Solamente dopo un lungo intervento gli operatori sono riusciti a bloccare il 24enne con l’uso delle manette di sicurezza e delle fascette contenitive. 

L’uomo è stato quindi arrestato per i reati di resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. Nel successivo processo per direttissima il giudice ha stabilito per il marocchino l’obbligo di firma tre volte alla settimana, firmando anche in nulla osta per la sua espulsione dall’Italia. I poliziotti feriti hanno riportato una prognosi di 5 e 7 giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce i poliziotti sul treno, in manette 25enne
VicenzaToday è in caricamento