Non accetta che la ex abbia un altro e le rende la vita impossibile: arrestato 79enne

L'uomo si è reso protagonista di una serie di episodi di stalking e minacce nei confronti della donna. Si è addirittura presentato al nuovo domicilio della compagna con una tanica di benzina e ha appiccato il fuoco al cancello

Un 79enne è finito in carcere con l'accusa di atti persecutori nei confronti della ex compagna.

I fatti si sono svolti interamente a Costabissara, a partire dal mese di aprile di quest’anno, quando l’uomo ha dato inizio ad una  escalation di offese e minacce che si sono fatte sempre più gravi fino ad arrivare a costringere la vittima a stare rinchiusa in casa per paura di incontrare l’ex.

Il 79enne non accettava che la donna si fosse rifatta una vita con un nuovo compagno e per questo voleva renderle l’esistenza impossibile.

Dalle parole l’uomo è poi passato ai fatti in quanto è gravemente indiziato di essersi presentato con una tanica di benzina e aver appiccato il fuoco al cancello del nuovo domicilio ove ora la donna convive con l’attuale compagno, che è stato anch’egli oggetto delle gravi minacce dell’uomo. 

A seguito delle dettagliate denunce sporte dalla donna ai carabinieri della Tenenza di Dueville e alle richieste di intervento effettuate al numero di pubblica utilità 112 è stato attivato il protocollo “Codice rosso” e anche grazie alla perseveranza della donna nel riportare ogni singolo episodio di cui era rimasta vittima, l’Autorità Giudiziaria vicentina ha avuto gli strumenti per provvedere ad emanare il primo provvedimento restrittivo nei confronti del 79ene. al quale, su richiesta del pm Barbara De Munari, il gip ha disposto la misura cautelare del Divieto di avvicinamento alla parte offesa.

L’uomo però, incurante di quanto prescrittogli, si è presentato nuovamente sotto casa della vittima. Sul posto è quindi sopraggiunta una pattuglia dell’Aliquota radiomobile dei carabinieri della compagnia di Thiene i cui militari individuavano un coltello con lama di 10cm nell’auto dell’uomo ed una della Polizia locale dell'Unione dei Comuni di Caldogno, Costabissara e Isola Vicentina, il soggetto in tono di sfida si è dichiarato convinto di non poter subire ulteriori restrizioni alla sua libertà in ragione della sua età anagrafica avanzata.

Sulla base di questi nuovi elementi il gip di Vicenza, dovendo tutelare l’incolumità della parte offesa, ha disposto la più restrittiva delle misure cautelari, ordinando ai carabinieri di Dueville che l’uomo fosse immediatamente individuato e tradotto presso la casa circondariale di Vicenza, dove si trova tutt’ora detenuto in attesa di essere interrogato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dolce sollievo dell'estate: scopri le 4 top gelaterie di Vicenza

  • Al laghetto di Marola la nuova spiaggia di Vicenza

  • Allagamenti e frane, il Vicentino flaggellato dal maltempo : alluvione a Solagna

  • Paura in città: inseguimento e colpi di arma da fuoco

  • Stop del Tosano, il punto vendita non si farà: dietrofront dopo l'emergenza Covid

  • Trasportano alimenti con 60 gradi nel furgone: maxi multa a un pasticciere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento