Asili nido: tante richieste di orari prolungati, i Comuni si adeguano

Riparte da settembre l'anno scolastico 2013/2014 e molte strutture della Provincia si stanno organizzando per il famoso prolungamento di orario che tanto è richiesto dai genitori e dalle mamme che lavorano

L'asilo nido Peter Pan a Schio

Parte a settembre il nuovo anno scolastico 2013/2014 e anche gli asili nido si stanno organizzando per venire incontro ai genitori che lavorano e hanno bisogno di affidare i loro piccoli alla struttura.

PROLUNGAMENTO DI ORARIO. In molti asili si stanno organizzando per il prolungamento di orario che è, di questi tempi, il servizio più richiesto dalle mamme-lavoratrici. Non più solo fino alle 16 dunque, ma sempre più strutture che allungano fino alle 18 o addirittura fino alle 18.30 e che permettono una flessibilità di orari ad esempio con il part-time.

COMUNI AL PASSO CON LE ESIGENZE. Tanti i comuni organizzati in questo modo: da Vicenza a Malo, da Thiene a Schio dove l'assessore Lina Cocco spiega: “Una scelta dettata dalla volontà dell’Amministrazione di andare incontro alle esigenze delle famiglie, nella consapevolezza che l’asilo nido oltre ad essere un luogo di crescita ed educazione per i bambini, è anche un servizio per tanti genitori che faticano a coniugare gli orari della famiglia e del lavoro”. In molti Comuni, compreso quello scledense, ci sono ancora diversi posti liberi disponibili e sono ancora aperte le iscrizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento