Uccide il cognato per l'eredità, l'omicida: "Non avevo mai sparato"

Arzignano: due giorni fa Ongaro era tornato dalla Germania per sistemare una questione di eredità e ha ucciso il cognato. Ieri ha incontrato il suo legale: "Non esprime alcuna emozione, credo sia sotto choc"

"Non avevo mai sparato, nemmeno mai preso in mano un'arma da fuoco". Lo ha confidato Francesco Ongaro al suo avvocato, Marta Marzotto, in uno dei colloqui che sta avendo in questi giorni in carcere a Vicenza. Ongaro, 66 anni, è il vicentino che tornato dalla Germania da pochi giorni per sistemare una questione di eredità ha ucciso due giorni fa ad ad Arzignano (Vicenza), il cognato, Ciro Rossettini, 46 anni. Secondo le ricostruzioni degli investigatori l'omicida si è procurato il fucile, ne ha segato le canne e lo ha usato per la prima e unica volta giovedì mattina, esplodendo due colpi contro il cognato.

"Trovo il mio cliente innaturalmente calmo, ancora incapace di esprimere un qualsiasi tipo di emozione. Non piange, non si dispera, non è neppure arrabbiato. Credo sia ancora sotto choc". L'avvocato Marta Marzotto, nominata d'ufficio, seguirà Ongaro anche nel delicato passaggio dell'udienza di convalida dell'arresto.

Il pubblico ministero Luigi Salvadori ha trasferito oggi il fascicolo al giudice e sarà Stefano Furlani ad ascoltarlo nelle prime ore di lunedì mattina. "Chiederemo gli arresti domiciliari per motivi di salute - ha spiegato l'avvocato Marzotto - anche se ancora non sappiamo esattamente dove Ongaro potrebbe essere fisicamente collocato. Dopo aver fatto esplodere la sua rabbia contro il cognato, del resto, l'uomo non pare essere socialmente pericoloso e il timore di reiterazione è minimo. Quando è stato fermato - sottolinea l'avvocato - Ongaro stava andando a costituirsi. Eventualmente la preoccupazione riguarda la sua capacità di non nuocere a se stesso". Ongaro, da quanto si è appreso, avrebbe timore del riacutizzarsi di una grave malattia allo stomaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lunedì è fissata l'autopsia affidata a Andrea Galassi. Da capire soltanto quale dei due colpi sia stato quello mortale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto finisce capovolta nel torrente: muore conducente, ferita la passeggera

  • Rientrano dalle ferie in Crozia: cinque ragazzi positivi al Coronavirus

  • Coronavirus, boom di contagi: effetto focolaio di Casier

  • Tragedia in strada Lobia, il mondo del calcio piange il suo portierone: "Ciao Pilo"

  • Poliziotto blocca un ragazzo, scoppia il caos in piazza Castello

  • Baraonda dei rapper in albergo: intervento della polizia, denunce ed “espulsione”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento