Intossicata da monossido per colpa di un braciere

Una trentenne di origini marocchine si è sentita male e ha chiamato i soccorsi: i vigili del fuoco hanno rilevato nell'appartamento il gas letale

L'essersi accorta dei sintomi tipici dell'intossicazione l'ha salvata. Una trentenne di origini marocchine ha chiamato i soccorsi, poco dopo la mezzanotte di domenica, perchè si stava sentendo male nell'appartamento, dove vive con il marito, in via Tordara, ad Arzignano

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vista la tipologia di malessere, sono stati allertati anche i vigili del fuoco della locale stazione che, infatti, hanno rilevato all'interno della casa una rischiosa quantità di monossido. A causarla è stato probabilmente un braciere, che la coppia aveva acceso per scaldare l'ambiente. Fortunatamente non c'è stata alcuna grave conseguenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto finisce capovolta nel torrente: muore conducente, ferita la passeggera

  • Rientrano dalle ferie in Crozia: cinque ragazzi positivi al Coronavirus

  • Allagamenti e frane, il Vicentino flagellato dal maltempo: alluvione a Solagna

  • Coronavirus, boom di contagi: effetto focolaio di Casier

  • Tragedia in strada Lobia, il mondo del calcio piange il suo portierone: "Ciao Pilo"

  • Coronavirus, tre nuovi casi a Vicenza: aumentano gli isolati su tutta la regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento