rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Arsiero

Arsiero, un anno dopo la morte di Ermes Mattielli: il ricordo

I rappresentanti del comitato PrimaNoi, che gli erano stati vicino nell'ultima parte della sua vita terrena, sabato pomeriggio saranno a Scalini, la frazione dove il rottamaio abitava

Un anno fa, il 5 novembre 2015, moriva Ermes Mattielli, il rottamaio assurto alle prime pagine di tutta Italia per essere stato condannato a 5 anni e 4 mesi per duplice tentato omicidio e a un risarcimento da 135 mila euro, dopo aver sparato a due ladri, sorpresi nel cortile del suo deposito.

I rappresentanti del comitato PrimaNoi, che gli erano stati vicino nell'ultima parte della sua vita terrena, sabato pomeriggio saranno a Scalini, la frazione di Arsiero dove Mattielli abitava. "Andremo proprio li dove viveva le sue giornate per ricordarne la figura ad un anno di distanza dalla dipartita - spiegano dal comitato - Un uomo che si è trovato suo malgrado a dover affrontare una battaglia sulla legittima difesa che riteniamo non possa finire nel dimenticatoio anzi, nel ricordare l'amico Ermes, vogliamo risollevare una questione che oggi rimane, spenti i riflettori, nei cassetti della politica".

Per gli attivisti di PrimaNoi, "la politica deve assumersi le proprie responsabilità legiferando in modo tale di tutelare le vittime non i delinquenti come invece fu per il caso di Ermes. La sua storia merita di essere ricordata proprio per evitare che drammi simili tornino nell'agenda politica dei partiti solo per rincorrere un fatto di cronaca nera sottoposto ai riflettori dei media".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arsiero, un anno dopo la morte di Ermes Mattielli: il ricordo

VicenzaToday è in caricamento