rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca

Arriva Vicker, l'app vicentina che ha conquistato Roma e New York

Sono due giovani vicentini le menti di Vicker, l'app che permette di scambiarsi servizi e cercare lavoro tramite la sharing economy. Il loro progetto è stato presentato a New York e a Varsiava e si è subito diffuso a Roma, ma "Per noi è importate partire anche nella nostra provincia"

Si chiamano Matteo Cracco e Luca Menti i due giovani imprenditori vicentini che hanno rappresentato l'Italia all'ultima edizione del prestigioso TechCrunch Disrupt di New York-la più importante media conference internazionale in ambito tech rivolta alle startup lo scorso maggio. Dopo aver conquistato Roma,la loro App, Vicker, è operativa anche a Vicenza. 

La loro mobile App si basa sui concetti della peer to peer economy, ovvero la nuova economia basata sullo scambio di servizi fra pari. Il progetto imprenditoriale di Vicker, che ha già raccolto l'interessamento e il sostegno di investitori privati con un primo round di investimenti da un milione di euro, è stato presentato con successo anche alla platea internazionale del Wolves Summit di Varsavia.

Vicker è completamente gratuita, un marketplace per la ricerca di professionisti e piccoli lavoratori ai quali affidare qualsiasi incombenza o lavoro quotidiano (pulizie, riparazioni, lezioni private e qualsiasi altra mansione, servizio e attività si voglia richiedere).

Il legame dei due imprenditori con il territorio d'origine è più di un mero dato nel profilo personale: Cracco e Menti, infatti, hanno deciso di stabilire una connessione forte fra questo progetto e Vicenza. “Io e Matteo abbiamo concepito quest'idea a Roma in un momento per noi non facile” - ha spiegato Menti. “Siamo usciti dalle difficoltà con energia e voglia di fare, e abbiamo creato Vicker anche per tutti coloro che come noi, trapiantati in una grande città che non è la loro, non sanno a chi chiedere una mano se hanno bisogno di aiuto per sbrigare qualsiasi incombenza quotidiana. Ma siamo vicentini, nati e cresciuti qui, e questo non lo dimentichiamo. Ed è il motivo per cui abbiamo deciso di attivare subito Vicker anche alla nostra provincia, non solo nella Capitale. Solitamente queste iniziative partono sempre dalle grandi città, arrivando nei centri più piccoli solo di riflesso. Volevamo cambiare questo paradigma”.

La App è operativa su Vicenza dagli inizi di maggio e sulla capitale da aprile, e conta già circa quattromila download e ottimi riscontri fra gli utenti, grazie ad un sistema innovativo che include feed bilaterali di lavoratori e utenti che richiedono un servizio (in modo da costruire un mercato che premi qualità, rispetto e fiducia fra le parti), assicurazione senza costi aggiuntivi, e la facoltà dell'utente che richiede il servizio di scegliere il compenso, a partire da una base minima.

“Non possiamo dimenticare che se siamo riusciti a creare tutto questo, è anche e soprattutto grazie al supporto di chi ha creduto in noi sin da subito” - ha aggiunto Menti. “Innanzitutto i nostri sviluppatori, Federico De Megni, Mattia Scagno e Daniele Saron, che hanno abbandonato ogni singolo progetto personale per seguirci sin dall'inizio in quest'avventura. Il nostro fantastico team di programmatori biancorossi si è messo a lavorare al progetto quando ancora eravamo senza certezze, ben prima che ricevessimo investimenti, e tutt'oggi lavora a pieno ritmo nella nostra sede di Vicenza, dimostrando ancora una volta gli altissimi standard delle risorse professionali di questo territorio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva Vicker, l'app vicentina che ha conquistato Roma e New York

VicenzaToday è in caricamento