menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la questura di Vicenza (repertorio Vicenzatoday.it)

la questura di Vicenza (repertorio Vicenzatoday.it)

«Rapina una donna»: viene fermato da un automobilista che ha atteso l'arrivo dei poliziotti

L'episodio è avvenuto ieri nel capoluogo berico in pieno centro. Il presunto autore del reato è stato poi arrestato agli uomini della questura e della vicina caserma Sasso

Un giovane è stato arrestato ieri 3 settembre dagli uomini della questura di Vicenza in collaborazione coi colleghi della Caserma Sassso, sede della polstrada berica. L'uomo, si tratta del novarese Mattia Regis, che tra qualche giorno compie ventinove anni, è accusato «di rapina impropria» nonché di avere colpito con un pugno un automobilista vicentino che aveva cercato di fermarlo. L'episodio è accaduto ieri a Vicenza in contrà Corpus domini. La novità è emersa oggi pomeriggio dopo che la questura di Vicenza ha diffuso una breve nota sull'accaduto.

La vicenda ha avuto luogo per l'appunto in centro a Vicenza in zona San Rocco. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine il giovane piemontese avrebbe avvicinato la donna attorno alle dieci del mattino. Vinta la resistenza della vittima e strappatole il portafogli con centoquaranta euro il ventottenne sarebbe fuggito verso contrà Santa Maria Nova. Tuttavia la rapina sarebbe stata notata da un vicentino sui cinquantacinque anni, il quale in auto avrebbe intercettato la via di fuga del rapinatore. Lo stesso vicentino, sarebbe riuscito a trattenere il giovane fino all'arrivo delle forze dell'ordine.

Il 28enne per di più, tentando di divincolarsi, avrebbe anche assestato un pugno in faccia a chi lo aveva fronteggiato. Il tentativo di dileguarsi da parte del giovane, peraltro vano, è stato poi interrotto in contrà Lodi dagli uomini della questura (allertati dalla moglie del vicentino) e dai colleghi di stanza presso caserma Sasso che si trova nel quartiere. Il novarese una volta fermato dalle forze dell'ordine è stato deferito all'autorità giudiziaria che ha dato via all'iter «per il giudizio direttissimo». Dell'arresto era stato informato il pubblico ministero di turno (la dottoressa Alessia La Placa) mentre lo stesso arresto era stato confermato dal giudice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

La pasta in bianco fa ingrassare? Scopri la verità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

  • Attualità

    Vaccini, «Il Veneto troppo indietro nelle somministrazioni»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento