rotate-mobile
Cronaca

Scene folli in questura dopo l'arresto: espulsione lampo per un 37enne 

Dormiva in un parcheggio pubblico, in auto, quando la polizia lo ha rintracciato. Un albanese pregiudicato, con il divieto di stare in Italia, ha cercato di mutilarsi una volta arrivato in questura. Sedato e portato in ospedale, oggi ha preso l'aereo per Tirana

È stato imbarcato nel pomeriggio di martedì un pregiudicato albanese, considerato particolarmente violento, che si trovava in città nonostante il divieto di tornare in Italia. L'uomo, E.H. di 37 anni è stato rintracciato dalla polizia nella giornata di martedì grazie a un lavoro congiunto delle volanti, dell'ufficio immigrazione e della squadra mobile di Vicenza. 

L'operazione è scattata poco prima delle 22 nel parcheggio pubblico di via Bassano, dove l'uomo dormiva all'interno di un'auto. Ai poliziotti, che lo hanno portato in questura, l'albanese non ha inizialmente posto resistenza ma, qualche ora dopo, ha iniziato ad agitarsi mentre si trovava in una stanza di sicurezza. Dopo aver chiesto di andare inb bagno il malvivente ha infatti cercato prima di aggredire gli agenti e poi a tagliarsi con un'etichetta di latta che ha strappato dai jeans. 

Inutili i tentativi di calmarlo da parte dei poliziotti: l'uomo continuava a farsi tagli sulle braccia, per poi levarsi a morsi la pelle. A quel punto gli uomini della questura hanno chiamato gli operatori del Suem 118 che hanno sedato l'uomo e portato al reparto psichiatria del San Bortolo. L'albanese, nel pomeriggio di oggi, è stato accompagnato a Venezia e messo su un aereo con destinazione Tirana. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scene folli in questura dopo l'arresto: espulsione lampo per un 37enne 

VicenzaToday è in caricamento