menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bloccato in treno corriere della droga, aveva ingerito 93 ovuli tra eroina e cocaina

Nei guai un 36enne nigeriano sottoposto a controllo dai militari della Guardia di finanza. Sequestrata oltre un kilo di sostanza stupefacente proveniente dal mercato berico

Viaggio in treno da Napoli a Vicenza con addosso oltre un chilo e 100 grammi di eroina e cocaina. É quanto scoperto dai militari della Guardia di finanza del comando provinciale di Vicenza durante un controllo sui passeggeri in trasito nelle stazioni avvenuto nei giorni scorsi e che ha portato all'arresto di un 36enne nigeriano.

I militari, saliti a bordo del treno locale che copre la tratta ferroviaria Verona-Vicenza-Padova, con l’ausilio delle unità cinofile hanno controllato i passeggeri in viaggio e, particolare, hanno fermato per accertamenti il 36enne straniero, riscontrando come fosse arrivato a Vicenza da Napoli nella prima mattinata dello stesso giorno e che fosse già di ritorno per il capoluogo campano, cosa che è apparsa subito paradossale e sospetta anche in ragione della pandemia in corso e del divieto di spostamento tra le regioni.

L'uomo, oltre a mostrarsi particolarmente nervoso e a fornire vaghe giustificazioni agli operanti circa la sua presenza in territorio vicentino (visita alla città per ammirare i monumenti). Il passeggero è stato quindi fatto scendere alla stazione ferroviaria di Grisignano di Zocco per proseguire le operazioni di controllo in maniera più approfondita; sull’esiguo bagaglio al seguito non è stato rilevato nulla se non alcune bottigliette di acqua e di birra, anche parzialmente usate, che destavano nei militari il forte sospetto che le stesse potessero essere state utilizzate per facilitare l’ingestione di ovuli di sostanza stupefacente ai fini di un successivo trasporto occulto all’interno dello stomaco.

A quel punto l'uomo è stato sottoposto ad accertamenti radiologici che hano confermato che nell’apparato digerente si trovava una quantità notevole di ovuli, risultati poi contenere stupefacenti. L'uomo è stato quindi trattenuto al nosocomio e piantonato dai finanzieri ha espulso tutti i 93 ovuli contenenti quasi 1.100 grammi di sostanza stupefacente, di cui 14 ovuli contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina e 79 ovuli contenenti sostanza stupefacente del tipo eroina. La droga, probabilmente proveniente dal mercato berico, al dettaglio avrebbe avuto un valore complessivo di oltre 50 mila euro.

        foto ovuli-2

Una volta dimesso dall’ospedale San Bortolo, l’arrestato, presente sul territorio nazionale almeno dal 2015, inizialmente come richiedente asilo, privo di qualsiasi fonte di reddito dichiarato, è stato portato in carcere. A seguito di verifica delle banche dati in uso alle forze di polizia, è stato rilevato nei confronti del 36enne un provvedimento di revoca del decreto di accoglienza emesso dalla Prefettura di Salerno nell’anno 2018.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ci sarà una super luna rosa ad aprile

social

I sei sindaci che hanno reso grande Vicenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento