rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Cronaca

Rapporto Legambiente: a Vicenza l'aria è tra le peggiori d'Italia

Pubblicato il rapporto "Mal'aria di città". Vicenza è al quinto posto per il numero di giornate in cui il livello massimo di PM10 viene superato: 114 volte contro le 35 consentite

Pubblicato il rapporto 2013 di Legambiente "Mal'aria in città" e, purtroppo, Vicenza si conferma tra i capoluoghi con la qualità dell'aria peggiore, almeno per quanto riguarda le polveri sottili. Tra le 95 città monitorate, il capoluogo berico si piazza in quinta posizione per il superamento giornaliero dei limiti consentiti di PM10 per legge: ben 114 giorni, a fronte dei 35 consentiti. La precedono, con valori di poco superiori, Alessandria, Frosinone, Cremona, Torino e Parma. MAL'ARIA 2013

Relativamente alle 95 città - cita il rapporto -  i dati a disposizione indicano che il 54% ha superato i 35 giorni consentiti per legge ed il 15% di queste, tra cui Vicenza, ha superato tale limite più del triplo delle volte;. In ben 51 città infatti la centralina posizionata nelle zone a maggior rischio di inquinamento ha fatto registrare valori ben oltre il consentito: Alessandria (123), Frosinone (120), Cremona e Torino (118) sul podio, tra i peggiori capoluoghi di regione sempre Torino e poi Milano (106). Le prime 10 in classifica sono quasi tutte città dell’area padana - Lombardia (4 città), Piemonte (2), Veneto (2), Emilia Romagna (1)] - tranne Frosinone, capoluogo di provincia laziale, che ancora una volta si conferma tra le città con i livelli più elevati di PM10. Ma non è solo un problema del nord Italia. Al ventesimo posto troviamo infatti Napoli (con 85 superamenti registrati), Firenze (68), Cagliari (64), Roma (57), Palermo (55).


L'elevata presenza di polveri fini nell'aria delle citta (PM10), e ancora oggi uno dei problemi principali per quanto riguarda l'inquinamento atmosferico. Il Decreto Legislativo 155/2010 pone come limite per la concentrazione di PM10 il valore di 50 ƒÊg/m3 come media giornaliera da non superare per piu di 35 volte in un anno -prosegue il rapporto - Ma anche l'anno che si e appena concluso dimostra come difficilmente nelle aree urbane si riesce a rimanere sotto la soglia stabilita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapporto Legambiente: a Vicenza l'aria è tra le peggiori d'Italia

VicenzaToday è in caricamento