rotate-mobile
Cronaca Arcugnano

Arcugnano, vernice nera sulla sposa barbuta

I vandali non hanno atteso la consultazione popolare proposta dall'Amministrazione comunale per decidere cosa fare del monumento gay. L'opera è stata rovinata per sempre con della vernice nera

Alla fine ha vinto l'intolleranza: il murales Barba Bride dell'artista francese Mto realizzato a Sant'Agostino è stato danneggiato irreparabilmente. Durante la notte tra martedì e mercoledì ignoti hanno gettato contro l'opera raffigurante una sposa barbuta una secchiata di vernice nera. Lo sfregio ha in parte cancellato il volto della sposa. 

Come riportato da il Giornale di Vicenza  le reazioni dei cittadini sono state immediate. Qualcuno dopo l'atto vandalico ha lasciato un messaggio appeso al murales che diceva. "Il Medioevo è tornato, un bel modo di comportarvi, vergognatevi". 

Anche l'amministrazione comunale ha espresso la sua costernazione per il gesto tutt'altro che democratico. Il sindaco Paolo Pellizzari ha puntato il dito sulla violenza verbale che in questi giorni ha infuocato il dibattito attorno al murales, toni così esasperati da aver portato ad armare di vernice la mano dei soliti ignoti. 

Difficile ora comprendere cosa accadrà al murales gay. Dipinto su una cabina dell'Enel data in prestito al Comune, il disegno è inevitabilmente rovinato. Al momento non è nemmeno stata fatta la denuncia verso ignoti. Il Comune vuole prendersi del tempo per capire che fare. Cancellare l'opera a questo punto  potrebbe sembrare una legittimazione del gesto dei vandali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arcugnano, vernice nera sulla sposa barbuta

VicenzaToday è in caricamento