menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colto da malore lungo la pedonale, dopo una notte al freddo viene salvato da un carabiniere

L'intervento di un militare della compagnia di Valdagno è stato fondamentale per un 80enne

All’alba di venerdì, un appuntato del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia carabinieri di Valdagno,  nel percorrere via degli Alpini, a Creazzo, ha notato un corpo riverso a terra, lungo la passeggiata pedonale, sulle sponde del fiume Retrone. Era un ottantottenne di Creazzo, colto da malore mentre stava passeggiando lungo la pedonale, la temperatura rigida della notte lo aveva poi sorpreso ed avvolto, portandolo in uno stato di ipotermia.

Erano le 5 del mattino e, vista anche la situazione emergenziale, non c'erano altre persone in circolazione, quindi l’appuntato ha fermato l’auto e raggiunta la persona distesa a terra, si è accostato al corpo rendendosi conto che era un anziano, ancora in vita, tremolante e già in ipotermia.

Ha quindi chiesto immediatamente soccorso al 118 ed il supporto di un’altra pattuglia della Tenenza di Montecchio Maggiore, tramite il 112, poi ha recuperato una coperta che teneva in auto e l'ha posata sul corpo dell'anziano, cercando così di riscaldarlo.  

Dopo pochi minuti sono arrivati i colleghi di Montecchio Maggiore che hanno portato un telo termico, per cercare di garantire un maggior riscaldamento corporeo all'uomo riverso a terra.

All'arrivo dell’autoambulanza del Suem, i sanitari hanno trasportato l’uomo, in condizioni critiche, all’ospedale di Vicenza dove ha ripreso conoscenza. L’intervento del graduato ha certamente consentito di salvare la vita al pensionato che, ancora ricoverato presso il San Bortolo, verrà presto dimesso ed affidato alle cure delle figlie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ci sarà una super luna rosa ad aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento