Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Allerta meteo dalla Regione: a Vicenza possibili allagamenti, Comune attivato

Alla luce della situazione meteo attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione del Veneto ha emesso poco fa un'allerta meteo, dichiarando lo Stato di Attenzione in alcuni bacini e lo Stato di Preallarme

Un’ondata di maltempo di notevole intensità è in arrivo in Veneto. Alla luce della situazione meteo attesa, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione del Veneto ha emesso poco fa un’Allerta Meteo, dichiarando lo Stato di Attenzione in alcuni bacini e lo Stato di Preallarme in altri per criticità idraulica e idrogeologica; lo Stato di Attenzione su tutta la Regione per vento forte; lo Stato di Attenzione per nevicate per le zone alpine e prealpine sopra i 1.000 – 1.300 metri. La dichiarazione ha valore a partire dalle ore 18 di domani, sabato 27 febbraio, fino alle ore 00.00 dell’1 marzo. 

Si è tenuta questo pomeriggio a palazzo Trissino una riunione tecnica a cui hanno preso parte il sindaco Achille Variati, l’assessore alla protezione civile Dario Rotondi e i dirigenti comunali interessati, la Protezione civile comunale e provinciale, il Genio civile, Aim e Acque Vicentine. Nel corso della riunione è emerso che, in base ai dati meteorologici diffusi dal Cfd, nel territorio comunale non sono previsti particolari problemi per il Bacchiglione, ma le precipitazioni che si prevedono molto abbondanti potrebbero creare qualche criticità sulla rete minore, in particolare per possibili allagamenti circoscritti lungo il Retrone, l’Astichello, la Dioma e il Selmo in zone già interessate in passato da fenomeni simili. Il Comune di Vicenza sta tenendo monitorata la situazione.

PRECIPITAZIONI. Sabato aumento della probabilità di precipitazioni con fenomeni deboli e discontinui fino al pomeriggio, più diffusi e intensi dalla sera. Limite della neve in innalzamento da 600/900 m a 800-1100 m in serata. Tra domenica e lunedì mattina precipitazioni in genere estese, persistenti, a tratti forti (anche a carattere di rovescio o occasionale temporale). Fenomeni più consistenti sulle zone centro settentrionali, con quantitativi in genere abbondanti (60-100 mm) e in alcune zone (Dolomiti meridionali, Prealpi, pedemontana) localmente molto abbondanti-elevati (100-200 mm). Limite delle neve variabile in corso di evento, in genere compreso tra 1000 e 1300 m, anche più basso sulle Dolomiti e a tratti un po' più alto domenica sulle Prealpi; sono previste copiose nevicate. Nella seconda parte di lunedì probabile diradamento e attenuazione dei fenomeni.

VENTI. E’ previsto un significativo rinforzo dei venti che saranno tesi e a tratti forti sia sui rilievi che su pianura e soprattutto sulla costa, specie nella giornata di domenica. Sui rilievi saranno in prevalenza dal quadrante sud orientale; sulla pianura in prevalenza da est nord-est, sulla costa a tratti da est nord-est e a tratti da sud-est (Scirocco). Attenuazione dei venti nella seconda parte di lunedì 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allerta meteo dalla Regione: a Vicenza possibili allagamenti, Comune attivato

VicenzaToday è in caricamento