rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Asiago

Allerta caldo, picchi di Ozono a Schio e Asiago: cosa fare

A causa della stabilità atmosferica e delle alte temperature, le concentrazioni di ozono hanno superato la soglia di sicurezza nelle due località vicentine. Le categorie a rischio non devono uscire tra le 12 e le 18

Un caldo che va oltre le medie del periodo a causa dell'anticiclone subtropicale che insiste ormai da giorni sulla nostra regione. Attenzione però: i disagi non sono solo legati alle temperature ma anche alla qualità dell'aria.

LE PREVISIONI 
ZANZARE E CALI DI PRESSIONI: COSA FARE

Come spiega Arpa Veneto, in qualche zona del Veneto le concentrazioni di ozono hanno superato la soglia di informazione di 180 µg/m3, definita dalla normativa nazionale come il 'livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione, vale a dire anziani, bambini, donne in gravidanza, persone affette da disturbi respiratori. La soglia  è stata superata durante le scorse 24 ore nelle stazioni di qualità dell'aria dei Comuni di Schio (186 µg/m3) e Asiago (194 µg/m3).

persiana socchiusa(1)-2Previsioni per i prossimi giorni. Le condizioni di tempo stabile domineranno ancora sul Veneto fino a mercoledì. Le temperature tenderanno ad un ulteriore contenuto aumento anche nei valori minimi, che in pianura non scenderanno sotto i 20 °C. L’intensa radiazione solare e le temperature massime che in pianura supereranno diffusamente e sensibilmente i 30°C determineranno condizioni favorevoli alla formazione e al ristagno di ozono, le cui concentrazioni potranno oltrepassare in maniera diffusa la soglia di informazione (180 ?g/m3) su tutta la regione, soprattutto nella fascia oraria compresa tra la tarda mattinata e la sera.


Consigli per la salute. Ai fini della tutela della salute umana per l'ozono si consiglia di non rimanere all'aperto nelle ore più calde e non intraprendere attività sportive o faticose per il fisico; i soggetti più sensibili dovrebbero evitare di uscire all'aperto almeno nella fascia oraria dalle 12 alle 18. Occorre comunque ricordare che gli effetti dell'ozono sono variabili da persona a persona e gli eventuali disturbi sanitari non hanno carattere cumulabile, ma tendono a cessare con l'esaurirsi del fenomeno di concentrazione acuta di ozono.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allerta caldo, picchi di Ozono a Schio e Asiago: cosa fare

VicenzaToday è in caricamento