rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca Montecchio Maggiore

Alla guida con documenti falsi e patente revocata, maxi-multa a due automobilisti

È il bilancio dell'attività a Montecchio Maggiore della polizia locale dei Castelli, conclusa con il rimpatrio di un pregiudicato irregolare in Italia

Sanzioni per guida con documenti falsi e con la patente revocata, bivacco non autorizzato e consumo di alcol sul suolo pubblico, ma anche per irregolarità in un cantiere edile. È il bilancio dell'intensa settimana di attività a Montecchio Maggiore della polizia locale dei Castelli, conclusa con il rimpatrio di un pregiudicato irregolare in Italia. Le operazioni degli agenti, coordinati dal comandante Alessandro Rigolon, sono state avviate martedì 10 ottobre dal monitoraggio interforze su tutto il territorio cittadino. Sei le pattuglie impegnate nel controllo di cinque bar, di tre parchi pubblici e delle principali arterie stradali dove due automobilisti sono stati multati per 5500 euro ciascuno e le auto sottoposte al fermo amministrativo di tre mesi: O.D, 29enne di nazionalità ghanese residente a Montecchio Maggiore, circolava con una patente polacca falsificata, mentre a K.S., 37enne sempre residente in città, era stata revocata la licenza di guida. Nella zona tra le vie Madonnetta e Nogara le forze dell'ordine hanno controllato una decina di persone elevando quattro verbali per bivacco e consumo di alcol sul suolo pubblico e sequestrando a un individuo, poi segnalato alla Prefettura di Vicenza, 4 grammi di marijuana.

Giovedì 12 ottobre, due pattuglie dei Castelli, una dei carabinieri della tenenza di Montecchio Maggiore e cinque ispettori dell'Ispettorato territoriale del lavoro di Vicenza hanno effettuato un sopralluogo nel cantiere di ristrutturazione di un condominio tra via Fermi e viale Stazione. Varie le irregolarità riscontrate, le più importanti sulle impalcature, che hanno comportato la sospensione dei lavori e quasi 4 mila euro di ammenda per il titolare dell'impresa di costruzioni, S.O., cittadino tunisino di 45 anni che vive in città.

Nel corso del fine settimana, la Polizia Locale è anche riuscita a rintracciare I.O., nigeriano di 27 anni residente ad Alte, irregolare in Italia e con precedenti denunce per violenze famigliari e spaccio. Accompagnato alla Questura di Vicenza, è stato sottoposto a un decreto di espulsione con esecuzione immediata e quindi portato al centro per i rimpatri di Gradisca d'Isonzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla guida con documenti falsi e patente revocata, maxi-multa a due automobilisti

VicenzaToday è in caricamento