Cronaca

Agguato in Congo: l'ambasciatore stava andando a cena nel ristorante di due fratelli vicentini

Luca Attanasio era atteso per cena al termine della missione che stava compiendo in quell'area dove ha perso la vita assieme al carabiniere Vittorio Iacovacci e all'autista Mustapha Milambo, da Paolo e Francesco Cariolato, di Isola Vicentina, titolari de Il Rasentino, ristorante italiano a Goma

L'ambasciatore e il carabinieri uccisi nell'attentato in Congo

L'ambasciatore Luca Attanasio, vittima dell'agguato in Congo in cui, assieme a lui, han perso la vita il carabiniere Vittorio Iacovacci e Mustapha Milambo, l’autista che li accompagnava, era atteso per cena al termine della missione che stava compiendo in territorio Rutshuru, da Paolo e Francesco Cariolato, vicentini di Isola Vicentina e titolari de Il Rasentino, ristorante italiano a Goma. 

«Ieri, con il vicesindaco Nicolas Cazzola , mi sono messo in contatto con i nostri compaesani, amici di un altro contereaneo, Marco Rigoldi, di Villaverla, stanno bene, sentono la nostra vicinanza e non temono che questo atto sia un segno di ostilità verso gli Italiani in Repubblica Democratica del Congo», ha dichiarato Francesco Enrico Gonzo, sindaco di Isola Vicentina, aggiungendo: «L'Amministrazione comunale di Isola Vicentina, a nome dell'intera comunità, esprime profonda commozione e cordoglio per la barbara uccisione dell'Ambasciatore italiano in Repubblica Democratica del Congo Luca Attanasio, del Carabiniere Vittorio Iacovacci e del loro autista Mustafa Milambo».

Cordoglio per le vittime dell'attentato arriva anche dal sindaco di Vicenza Francesco Rucco: «Un grave lutto ha colpito l'Italia, l'amministrazione comunale, insieme a tutta la cittadinanza, esprime vicinanza ai familiari delle vittime colpite durante lo svolgimento del proprio lavoro. L'imboscata non ha lasciato scampo ai due italiani e al loro autista in un Paese teatro spesso di scontri violenti. La bandiera italiana a mezz'asta e listata a lutto negli edifici comunali e sul pennone in piazza dei Signori rappresenta il cordoglio dell'intera comunità. Per Luca Attanasio "quella dell'ambasciatore è una missione, a volte anche pericolosa, ma abbiamo il dovere di dare l'esempio." Parole che oggi fanno riflettere ancora più profondamente».

Bandiere a mezz’asta anche nel palazzo della Provincia di Vicenza in segno di lutto per la tragedia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato in Congo: l'ambasciatore stava andando a cena nel ristorante di due fratelli vicentini

VicenzaToday è in caricamento