Cronaca

Aggressione in carcere, agente colpito con un manico di scopa da un detenuto

L'episodio è avvenuto nei giorni scorsi, la guardia è stata colpita per futili motivi. Sull'accaduto è intervenuto l'Uspp: "É ora di dire basta"

Nei giorni scorsi, un agente di polizia penitenziaria, operante alla casa circondariale Filippo del Papa di Vicenza è stato vittima di un'aggressione da parte di un detenuto. Come riferisce il segretario interregionale Uspp del Triveneto Leonardo Angiulli, l'agente dopo l'accaduto ha riportato ferite guaribili in 8 giorni.

Secondo quanto riferito dal poliziotto, un detenuto Italiano dopo essere stato visitato dalla guardia medica Asl Berica è stato sottoposto ad un’attenta sorveglianza, poiche? polemico. Il detenuto ha cercato di eludere i controlli, posizionando sullo spioncino della carta dopo essersi chiuso nel bagno. L'agente ha quindi chiesto il supporto di altro personale ed è intervenuto al fine di verificare che le stesso potesse mettere in atto gesti lesionistici o altro genere quali auto soppressione.

Nnell’aprire la porta della stanza, l’agente è stato colpito violentemente con un manico di scopa di legno. Solo l'intervento di un secondo agente ha posto fine all'aggressione.

Questo epistodio ha portato la segreteria regionale Uspp a fare un report delle aggressioni consumate nel solo 2020 al carcere di Vicenza: 18. "E’ ora di dire basta alle aggressioni. Salviamo la polizia penitenziaria", dichiara il segretario interregionale Uspp del Triveneto Leonardo Angiulli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione in carcere, agente colpito con un manico di scopa da un detenuto

VicenzaToday è in caricamento