Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Accoglienza profughi, fuga da Cesuna: richiedenti dal prefetto

Venti richiedenti asilo hanno lasciato la struttura che gli accoglie a Cesuna per parlare con il prefetto. Richiesto il trasferimento a Recoaro, ma l'hotel Bersagliere non è ancora pronto

un richiedente asilo durante la prima protesta per Cesuna

Cesuna non piace ai profughi che voglio andarsene dall'albergo dove sono ospitati. Secondo la delegazione di venti richiedenti asilo che lunedì sono scesi città a parlare con il prefetto, le condizioni di vita a casa Zeleghe sono pessime. Un mese fa, quando ci furono le prime proteste, alla piccola comunità di richiedenti asilo venne promesso il trasferimento, entro trenta giorni, all'hotel Bersagliere a Recoaro. La struttura però non è ancora pronta. 

Come riportato sulle pagine de Il Giornale di Vicenza, la delegazione di venti richiedenti asilo lunedì che è salita in corriera per presentarsi in contrà Gazzole a Vicenza, non è riuscita a parlare con il prefetto. Le loro lamentele sono state ascoltate dalla dott. Daria Leonardi del dipartimento immigrazione della prefettura. Una conversazione tranquilla, in cui i profughi hanno ribadito la situazione difficile in cui vivono a Cesuna. Secondo i richiedenti, il cibo sarebbe scarso, i vestiti forniti loro non adeguati alle basse temperature e l'assistenza medica sarebbe insufficiente.  I richiedenti hanno, infine, ricordato alla dottoressa la promessa di trasferimento. La situazione a Recoaro, però, resta incandescente. L'hotel non sarebbe ancora pronto dopo che i lavori di sistemazione sono stati interrotti da due incendi, entrambi di natura dolosa. Inoltre, la polemica politica si è chiusa solo da poco, con le proteste del sindaco e di alcuni gruppi politici, rimandate al mittente. I lavori sono ormai alla fine ma per l'utilizzo del "Bersagliere" occorrerà attendere ancora. Ricevute le dovute rassicurazioni la delegazione è tornata a Cesuna dopo una breve sosta in città. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza profughi, fuga da Cesuna: richiedenti dal prefetto

VicenzaToday è in caricamento